La Juventus doma l’Atalanta con due rigori, adesso lo scudetto è più vicino

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 11 Luglio 2020 23:45 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2020 23:45
La Juventus doma l'Atalanta con due rigori, adesso lo scudetto più vicino

La Juventus doma l’Atalanta con due rigori, adesso lo scudetto è più vicino (foto Ansa)

Serie A, Juventus-Atalanta 2-2, gol: Duvan Zapata al 16′, Cristiano Ronaldo su rigore al 55′, Ruslan Volodymyrovyč Malinovs’kyj all’81’ e Cristiano Ronaldo su rigore al 90′.

La Juventus non ha brillato ma grazie a due rigori è riuscita a pareggiare per 2-2 contro una scatenata Atalanta ipotecando il nono scudetto consecutivo. Infatti grazie a questo pareggio la Juve si è portata a +8 sulla Lazio e a +9 sull’Atalanta. Se la squadra di Gasperini avesse vinto, la Juve avrebbe avuto solo sei punti di vantaggio sui bergamaschi.

Come detto, la Juve non ha giocato affatto bene ed è stata spesso in balia del gioco nerazzurro ma alla fine è riuscita a pareggiare grazie a due falli di mano, piuttosto ingenui, dei calciatori dell’Atalanta. Sul primo si può discutere perché De Roon era girato con il volto, il secondo è invece netto perché il braccio di Muriel è clamorosamente staccato dal corpo.

Entrambi i rigori sono stati segnati da Cristiano Ronaldo che adesso è a solo un gol da Ciro Immobile (Cr7 ha 28 reti, l’attaccante della Lazio guida questa classifica con 29).

L’Atalanta, invece, è andata in gol con Zapata, dopo un bellissimo scambio con Gomez, e con Malinovskyj, tiro potente su appoggio di Muriel. 

L’Atalanta ha fallito l’aggancio al secondo posto ma resta comunque la squadra più in forma del campionato, mentre la Juve, con non poca fatica, ha ipotecato il suo ennesimo scudetto.

Sarri si salva grazie ai rigori trasformati da Ronaldo.

La Juventus di Maurizio Sarri ha sfidato l’Atalanta con Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Danilo; Rabiot, Bentancur, Matuidi; Bernardeschi, Dybala, Ronaldo. L’ex allenatore del Napoli ha puntato su un attacco composto da Dybala e Ronaldo, i due calciatori più in forma tra le fila bianconere.

L’Atalanta ha risposto alla Juventus con Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens, Gomez, Ilicic, Zapata. Ancora una volta Gasperini ha deciso di puntare su Zapata dal primo minuto.

La prima occasione da gol è stata creata dall’Atalanta al sesto minuto. Colpo di testa di Zapata, da posizione centrale, su cross di Castagne e palla fuori di un soffio. 

Ancora una occasione per l’Atalanta al 13′. Hateboer ha servito un assist d’oro a Ilicic, il sinistro a giro dello sloveno è uscito di un soffio. 

Queste occasione da gol per la ‘Dea’ sono state un antipasto della rete nerazzurra che è arrivata puntuale al 16′. Il Papu Gomez ha fraseggiato con Zapata e alla fine lo ha messo in porta con un assist da applausi. Il centravanti colombiano ha controllato il pallone all’altezza del dischetto e ha battuto Szczesny con una conclusione potente.

Cristiano Ronaldo si è divorato il gol del possibile pareggio al 42′. Dybala lo ha servito con un grande assist ma il portoghese ha fallito una sorta di ‘rigore in movimento’. Ronaldo era solo ma non è riuscito ad inquadrare lo specchio della porta di testa. 

La prima frazione di gioco è terminata sul risultato di uno a zero per l’Atalanta con gol di Zapata.

La Juve ha pareggiato i conti ad inizio ripresa con Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha segnato su rigore al 55′. Il penalty è stato assegnato per un fallo di mano di De Roon su cross di Dybala dalla sinistra.

L’Atalanta ha firmato il sorpasso all’81’ con Ruslan Volodymyrovyč Malinovs’kyj. Il fantasista dell’Atalanta ha segnato con un gran destro dal limite dell’area di rigore della Juventus su assist di Muriel.

Altro rigore per la Juventus. Controllo in area di Higuain e mano di Muriel. Dagli undici metri non sbaglia Ronaldo. La Juve ha riacciuffato la partita al 90′. 

Il match dello Stadium è terminato sul risultato di due a due. Adesso lo scudetto è più vicino per i bianconeri.