Blanc, lettera ai tifosi: “Mostrate lo stile Juventus”

Pubblicato il 3 Dicembre 2009 21:06 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2009 21:06

Il presidente della Juventus Jean Claude Blanc chiede ai tifosi bianconeri la massima correttezza sugli spalti, nella sfida contro l’Inter all’Olimpico di Torino di sabato sera. Invito che viene esteso anche alla decisiva partita di Champions League contro il Bayern Monaco di martedì prossimo.

In una lettera aperta, Blanc ricorda che la Juve ha «davanti otto giorni determinanti per gli esiti della stagione sportiva: le partite contro Inter e Bayern rappresentano un banco di prova di straordinaria importanza per dimostrare a tutti, a noi e ai nostri primi tifosi – quali voi siete – la forza reale della squadra».

Il numero uno di Corso Galileo Ferraris sprona i supporter della Vecchia Signora a far sì che «le due partite siano una battaglia in campo e una festa fuori, fatta di tifo caldo e appassionato, ma mai eccessivo o, peggio offensivo». Sembra chiaro il riferimento ai cori contro Balotelli che hanno tenuto banco nelle ultime settimane.

«Dal canto nostro – scrive ancora Blanc – affronteremo questi giorni con l’impegno e l’orgoglio con cui si preparano le grandi sfide, consci che la Juventus ha il dovere di scendere in campo sempre con un unico obiettivo: vincere. Ma allo stesso tempo siamo perfettamente consapevoli del ruolo e dell’importanza che rivestono i nostri club: il vostro sostegno, lo stile pulito di tifare Juventus in ogni parte d’Italia, saranno il modo migliore per darci una spinta in più e la miglior risposta a chi, strumentalmente, sta cercando di far passare tutta la nostra tifoseria per incivile. Sono certo che dimostreremo tutti insieme, giocatori, società e tifosi, che cos’è lo stile Juventus. Quel modo di essere e di vivere il calcio che nella nostra storia è sempre emerso, soprattutto nei momenti difficili, quando c’è bisogno di compattarsi e di stare uniti per centrare i nostri obiettivi».

Blanc chiude la sua lettera aperta scusandosi con i tifosi dei club per il problema della scarsità di biglietti per le gare interne: «Esprimo il mio dispiacere per non aver potuto accontentare tutte le richieste di biglietti giunte dagli associati: le dimensioni dello stadio Olimpico ci costringono a dover rinunciare all’apporto di molti di voi, ma, come sapete, tra 18 mesi la nostra nuova casa sarà pronta, con settori molto ampi a voi dedicati e la concreta possibilità di stringerci tutti insieme intorno alla nostra Juve. Spero che voi possiate comprendere la situazione, e aiutarci a spiegarla alla larga base dei nostri tifosi».