Juventus-Bologna, Mihajlovic in panchina? Dipende dalla pioggia

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 17 Ottobre 2019 17:56 | Ultimo aggiornamento: 17 Ottobre 2019 17:56
Juventus Bologna Mihajlovic panchina dipende dal meteo e dalla pioggia

Mihajlovic con la moglie. Vuole dirigere il Bologna dalla panchina dello Juventus Stadium

BOLOGNA – Sinisa Mihajlovic sta facendo di tutto per essere in panchina sabato prossimo per il big match di Torino tra la Juventus ed il suo Bologna. Come fa sapere La Gazzetta dello Sport, la sua presenza in panchina per sabato sera dipenderà anche dal meteo: a Torino è prevista pioggia, ma Sinisa dentro allo Stadium vuole esserci.

Mihajlovic ha diretto l’allenamento odierno, con l’aiuto del suo staff tecnico, e sarà a Torino al seguito della squadra ma raggiungerà il Piemonte in macchina e non sul pullman con i suoi calciatori. 

Dopo aver terminato il secondo ciclo di cure, Mihajlovic ha trascorso la settimana a Roma in compagnia della sua famiglia. Durante questa settimana, Mihajlovic è stato ospite di Roberto Mancini e della Nazionale Italiana che era in scena a Roma contro la Grecia. A Sinisa è stata regalata una maglia verde personalizzata. 

Tornando ad oggi, agli ordini di Mister Mihajlovic la squadra si è allenata questo pomeriggio a Casteldebole: riscaldamento atletico, esercitazioni tattiche e prove di conclusioni a rete per i rossoblù. Terapie per Takehiro Tomiyasu, Gary Medel e Mattia Destro.

Domani, vigilia di Juventus-Bologna, la squadra sosterrà la seduta di rifinitura a porte chiuse; Miroslav Tanjga ed Emilio De Leo saranno a disposizione dei giornalisti in conferenza alle 16:15 presso la sala stampa del centro tecnico Niccolò Galli.

Pochi giorni fa, Mihajlovic aveva rilasciato le seguenti dichiarazioni dopo aver concluso il secondo ciclo di cure. 

 “Sono sicuro che sta andando bene e sono sicuro che vincerò, anche grazie a voi e alla mia famiglia”. E’ il messaggio, inviato attraverso un video dall’allenatore Sinisa Mihajlovic ai tifosi di Bologna in occasione della festa dei 110 anni del Bologna Calcio.
   

“Mi dispiace di non essere là con voi – ha detto – ma sono uscito dall’ospedale ieri e avevo tanta voglia di andare a casa e vedere mia moglie e i miei figli. Volevo ringraziare tutti, i tifosi la società, per tutto quello che avete fatto per me, che mi siete stati vicini e mi avete dato tanta forza in questo momento particolare, in cui sto lottando contro questa malattia”.