Juventus, Buffon: “Cristiano Ronaldo? Finalmente insieme. Sarri ha conquistato tutti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Luglio 2019 23:00 | Ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2019 22:24
Juventus, Buffon: "Cristiano Ronaldo? Finalmente insieme. Sarri ha conquistato tutti"

Juventus, Buffon: “Cristiano Ronaldo? Finalmente insieme. Sarri ha conquistato tutti”.
Foto ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

TORINO – Buffon è tornato alla Juventus dopo un anno di esilio dorato a Parigi e ha espresso subito la sua soddisfazione di giocare insieme a Cristiano Ronaldo, avversario di tante battaglie sportive passate.
Le dichiarazioni rilasciate da Buffon ai microfoni di Sky Sport sono riportate dal Corriere dello Sport.

“E’ bellissimo poter giocare con Cristiano Ronaldo. Negli ultimi anni, agli sgoccioli della mia carriera, ho avuto la possibilità di giocare con campioni come Neymar e Mbappé al Psg e ora grazie alla Juve giocherò con Ronaldo. E’ un regalo importante”

Buffon ha parlato anche dell’approdo di Sarri sulla panchina della Juventus: “Sarri? Ci siamo visti, mi ha fatto un’ottima impressione, la stessa che ha dato a tutti nel giorno della conferenza”.

“Vincere la Champions League è un mio sogno ed è anche un sogno della Juventus. Non si può cominciare una stagione pensando solo di vincere la Champions, perché sarebbe l’inizio di un fallimento – ha sottolineato – Sicuramente è il trofeo più ambito e prestigioso, ma la finale arriva a fine maggio, a volte anche a inizio giugno, e in mezzo ci sono dieci mesi importanti”.

Buffon ha speso parole bellissime per i compagni di squadra Szczesny e Chiellini: “E’ una grandissima soddisfazione, questo club non regala niente e io voglio ringraziare tutti per questa opportunità che mi consente di vivere da protagonista nuove incredibili emozioni – ha rimarcato il portiere ai microfoni di Sky – Ringrazio Szczesny e Chiellini che mi hanno chiamato per propormi, rispettivamente, il numero uno e la fascia da capitano, ma io non sono tornato per togliere qualcosa a qualcuno ne’ per riprendermi niente. Voglio solo dare il mio contributo alla squadra. E’ giusto che il portiere titolare, Szczesny, abbia il numero uno, io avrò il 77 che ho indossato anche a Parma. E come capitano abbiamo un grande giocatore come Giorgio Chiellini.

Io cosa mi aspetto? Vorrei togliermi delle soddisfazioni, come è capitato negli ultimi anni, e poterle condividere con delle persone che conosco e con le quali ho un rapporto di fratellanza. Non sono qua per fare un minutaggio, alla Juve ci sono delle gerarchie molto chiare: io sono sereno e dovrò farmi trovare pronto, quando ci sarà l’occasione, per dare una mano alla squadra”.