Lecce-Juventus, Sarri: “De Ligt sfortunato. Cristiano Ronaldo? Vi spiego la sua assenza…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 26 Ottobre 2019 17:56 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2019 10:13
Juventus Sarri Cristiano Ronaldo doveva riposare De Ligt sfortunato

Juventus, Cristiano Ronaldo nella foto Ansa

LECCE – Al termine di Lecce-Juventus, gara terminata sul risultato di uno a uno, Maurizio Sarri si è presentato ai microfoni di Sky Sport per spiegare l’assenza di Cristiano Ronaldo e per difendere a spada tratta il suo gioiellino De Ligt. Sarri ha concesso un turno di riposo a Cr7 spiegando che il portoghese aveva bisogno di riposo sia dal punto di vista fisico che mentale. Poi ha difeso De Ligt dicendo che in questo momento è sfortunato perché i palloni gli schizzano sulle mani e con le nuove regole è sempre rigore per gli avversari.  

Le dichiarazioni di Maurizio Sarri a Sky Sport dopo Lecce-Juventus. Il tecnico ha parlato della prestazione della squadra, dell’assenza di Cristiano Ronaldo e dei falli di mano di De Ligt.

“La classifica non la guardo, per me guardarla ora è dannoso. Non mi interessa un eventuale contro sorpasso dell’Inter. Cosa è mancato oggi? Un pizzico di superficialità, o meglio di leggerezza, sulle palle gol e nella gestione del vantaggio l’abbiamo avuto. Ora naturalmente mi chiedete di Cristiano Ronaldo. Ma lui era stanco sia fisicamente che mentalmente. Quindi oggi era inevitabile dargli un turno di riposo.

Sulle mani di De Ligt ho poco da dire. Nel senso che io ci vedo solamente tanta casualità. Non me la sento di accusarlo per qualcosa. Per un difensore è difficile evitare certe situazioni alla luce delle nuove regole introdotte dagli arbitri. Sull’infortunio di Miralem Pjanic non ho niente da dirvi nel senso che non lo so ancora, invece per fortuna Higuain sta bene nonostante il duro contrasto con il portiere avversario.

Bentancur non ha l’esperienza di Pjanic ma è un calciatore di qualità. Quindi può giocare in cabina di regia nel caso in cui Pjanic non dovesse essere della partita. Abbiamo sbagliato tante occasioni da gol e la maggioranze dei gol li subiamo su rigore per questo motivo non sono preoccupato perché su azione stiamo concedendo poco agli avversari”.