Juventus, chi è Giovanni Martusciello: potrebbe sostituire Sarri all’esordio

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 21 Agosto 2019 17:29 | Ultimo aggiornamento: 21 Agosto 2019 15:44
Juventus Giovanni Martusciello chi è vice Sarri

Giovanni Martusciello sulla panchina dell’Empoli, è pronto all’esordio su quella della Juventus (foto Ansa)

TORINO – Mancano solamente tre giorni all’esordio della Juventus in campionato sul campo del Parma e sembra sempre più probabile l’assenza di Maurizio Sarri, costretto a casa da una brutta polmonite. Se l’ex tecnico del Chelsea non dovesse farcela a recuperare, al suo posto esordirà sulla panchina bianconera Giovanni Martusciello.

Giovanni Martusciello, chi è il sostituto (provvisorio) di Sarri sulla panchina della Juventus. 

Prima di intraprendere la carriera da allenatore, anche se fino a questo momento ha ricoperto principalmente i ruoli di vice o collaboratore tecnico, Giovanni Martusciello è stato un calciatore professionista dal 1988 al 2005. Ha chiuso la sua carriera tra i dilettanti nel 2006 ma prima di quel momento ha sempre giocato tra i professionisti. 

Nel corso della sua carriera, tra Serie A, Serie B, Serie C e Serie D, Martusciello ha vestito le maglie di Ischia, Empoli, Genoa, Palermo, Cittadella, Catania, Sambenedettese, Lucchese e Pontedera per un totale di 440 presenze con 29 gol all’attivo. 

Terminata la carriera da giocatore ha intrapreso quella di allenatore, cominciando nel 2006 nelle giovanili dell’Empoli per poi salire, dal 2009, in prima squadra: dapprima come assistente di Salvatore Campilongo, poi come vice di Alfredo Aglietti e infine come collaboratore di Maurizio Sarri; resta nel club toscano anche col successivo arrivo di Marco Giampaolo, tornando nella circostanza al ruolo di tecnico in seconda.

Il 26 maggio 2016, a seguito dell’addio di Giampaolo, è promosso a tecnico della prima squadra. Durante la stagione l’Empoli si trova in zone tranquille ma, dopo aver sprecato un vantaggio di 11 punti nel finale sul Crotone ed essere scavalcato dai calabresi all’ultima giornata di campionato, terminata con una sconfitta contro il Palermo, la squadra toscana retrocede in Serie B: a seguito di ciò, a fine stagione non viene confermato dal presidente empolese Fabrizio Corsi.

Chiude la sua esperienza dopo aver ottenuto 8 vittorie, 8 pareggi e 22 sconfitte in campionato. Nell’estate 2017 entra nello staff dell’Inter come collaboratore del tecnico Luciano Spalletti.

Il successivo 3 ottobre ottiene l’abilitazione da allenatore di Prima Categoria. Il 30 giugno 2019, con l’esonero di Spalletti, rescinde il suo contratto con la società milanese. Il 10 luglio seguente, dopo un quadriennio torna a lavorare con Sarri, chiamato a fargli da vice alla Juventus (fonte Wikipedia).