Juventus-Inter 2-0, altra lezione di Sarri a Conte: bianconeri tornano in vetta

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 8 Marzo 2020 22:34 | Ultimo aggiornamento: 8 Marzo 2020 22:34
Juventus-Inter 2-0, altra lezione di Sarri a Conte: bianconeri tornano in vetta

Juventus-Inter 2-0, altra lezione di Sarri a Conte: bianconeri tornano in vetta (Dybala e Buffon esultano in questo fermo immagine dai social)

TORINO – Porte aperte o chiuse il risultato non cambia. La Juve ha battuto per la seconda volta in stagione l’Inter ed è tornata al comando del campionato italiano di calcio di Serie A a più uno sulla Lazio di Simone Inzaghi.

Juventus-Inter 2-0 è il trionfo di Sarri, le sue scelte risultano decisive. 

Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, terminato sul risultato di zero a zero, la Juve è uscita nella ripresa dove è andata a vincere la sfida scudetto con le marcature di Ramsey e Dybala.

Sarri ha azzeccato tutte le scelte, dalla formazione iniziale a sorpresa, senza Dybala, ai cambi decisivi nella ripresa, l’ingresso in campo della Joya, con i calciatori dell’Inter stanchi, è stata una mossa geniale. 

Sono bastati venti minuti di “Dygualdo” per chiudere definitivamente i giochi. Il tridente composto da Dybala, Higuain e Cristiano Ronaldo è rimasto in campo dal 60′ all’80’, venti minuti che hanno perso ai bianconeri di portarsi sul due a zero chiudendo definitivamente i giochi. 

La Juve è passata in vantaggio al 55′ con un gol segnato da Ramsey su assist di Cristiano Ronaldo. Il trequartista gallese ha risolto una mischia nell’area di rigore nerazzurra battendo Handanovic con un rasoterra imparabile.

Poi è entrato in campo Dybala e la Juve ha chiuso la partita. Al 67′, l’argentino ha raccolto un lancio lungo dalla difesa, ha dribblato Young con uno stop da favola, ha duettato con Ramsey e ha battuto Handanovic con una puntata imprendibile. 

Nel finale di partita, il secondo portiere dell’Inter, Padelli, è stato espulso dalla panchina per proteste veementi nei confronti dell’arbitro. Proteste che sono state facilmente ascoltate visto che non c’erano nemmeno i tifosi sugli spalti. 

La vittoria della Juve elimina l’Inter dalla corsa per lo scudetto (sempre che il campionato non venga sospeso martedì prossimo in seguito alle ormai note vicende del coronavirus…). Adesso gli uomini allenati da Antonio Conte sono scivolati a otto punti dalla Lazio ed a nove punti dalla Juventus (anche se hanno ancora da recuperare la gara contro la Sampdoria).