Juventus-Inter, scontro diretto senza Nainggolan. Supersfida Cristiano Ronaldo-Icardi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 dicembre 2018 21:36 | Ultimo aggiornamento: 6 dicembre 2018 21:38
Juventus-Inter, scontro diretto senza Nainggolan. Supersfida Cristiano Ronaldo-Icardi

Juventus-Inter, scontro diretto senza Nainggolan. Supersfida Cristiano Ronaldo-Icardi ANSA / MATTEO BAZZI

TORINO – ”Sarà difficile raggiungere la Juve in classifica”. Luciano Spalletti parla chiaro, non cerca sotterfugi dialettici per nascondere la realtà, anche perché la graduatoria è davanti agli occhi di tutti. Il tecnico dell’Inter non ha però nessuna intenzione di partire sconfitto domani contro i bianconeri, anzi. E indica la strada ai suoi: ”Serve coraggio, personalità. Campionato finito? È finita quando non sei più convinto e smetti di provarci. Noi siamo convinti e ci vogliamo provare, ci presentiamo per vincere: sta a noi accorciare le distanze”.

Poco importa che i punti di distacco siano già 11 e che una sconfitta significherebbe la fine dei sogni già a dicembre. Le intenzioni interiste sono chiare: ”Domani vince chi fa la partita, non chi la subisce – ha proseguito il tecnico -. La squadra cresce, se riesce a metterci un po’ più di attenzione può rasentare la perfezione”. E poco importa a Spalletti anche che tutta Italia o quasi possa tifare per l’Inter per tenere aperto il campionato: ”Porteremo in campo solo il sentimento e i desideri dei nostri tifosi”.

Una partita che sarà anche l’ennesimo banco di prova per i nerazzurri. ”Un collaudo per vedere se siamo pronti a fare risultati contro chiunque”, l’ha definita Spalletti. La ricetta per fermare l’armata di Allegri è tutta nell’aggressività, secondo il tecnico: ”Dovremo pressarli per 90′, solo così potremo creargli qualche problema. CR7? La Juve non è solo lui, ha tanti giocatoti forti e ogni stagione va a prendere i migliori delle avversarie. Ma fondamentale sarà la squadra”. E importante sarà anche ”non avere paura. I nostri obiettivi sono tutti lì davanti, dobbiamo andare a prenderceli”.

Obiettivi che l’Inter si gioca nel giro di cinque giorni: domani la Juve, martedì la decisiva sfida con il Psv in Champions. ”Sono importanti entrambe, per ora dobbiamo pensare solo alla prima. Serve fare un primo passo deciso”, ha spiegato Spalletti. Proprio contro gli olandesi potrebbe rivedersi Nainggolan, rimasto fuori dai convocati perché ”non ce la fa a recuperare, come Dalbert.

Hanno bisogno di altro tempo”, le parole del tecnico. Favorito Joao Mario per sostituirlo, nel 4-2-3-1 pronto a trasformarsi in 4-3-3 durante la gara, come nelle ultime uscite. In attacco tutto sarà sulle spalle di Mauro Icardi, al primo scontro diretto con Cristiano Ronaldo: un banco di prova anche per il capitano, nella sfida al più forte.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.