Juventus, tutti i nomi per il dopo Allegri: Inzaghi, Pochettino, Deschamps, Sarri, De Zerbi e Conte

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 18 maggio 2019 16:25 | Ultimo aggiornamento: 18 maggio 2019 16:25
Juventus, tutti i nomi per il dopo Allegri: Inzaghi, Pochettino, Deschamps, Sarri, De Zerbi e Conte

Juventus, tutti i nomi per il dopo Allegri: Inzaghi, Pochettino, Deschamps, Sarri, De Zerbi e Conte. Foto ANSA/CLAUDIO PERI

TORINO – Sono iniziati i casting per il dopo Massimiliano Allegri. La Juventus è una società che non guarda mai dietro ma sempre avanti ed è per questo che è già al lavoro per rimpiazzare il tecnico che ha vinto gli ultimi cinque scudetti. Arrivederci e grazie ad Allegri, ora è tempo di programmare il futuro. In questo ore, i dirigenti della Juventus stanno sondando diverse piste e poi sceglieranno il profilo migliore per vincere in Italia ma anche in Europa. Un allenatore che sappia vincere ma che sappia anche far divertire i tifosi con un gioco spumeggiante e moderno. 

Juventus, tutti i candidati alla panchina dei campioni d’Italia in carica. 

SIMONE INZAGHI – Il tecnico della Lazio piace molto ad Allegri. Negli ultimi anni è riuscito a far giocare bene la Lazio ed a vincere trofei come la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana nonostante nessuno considerasse i biancocelesti in grado di raggiungere questi traguardi così prestigiosi. 

MAURICIO POCHETTINO – Il tecnico del Tottenham era considerato l’ideale in caso di no di Guardiola (che puntualmente è arrivato) ma le sue richieste economiche sono davvero fuori mercato. L’argentino vuole guadagnare venti milioni di euro a stagione e la Juventus non è disposta ad accontentarlo. 

5 x 1000

DIDIER DESCHAMPS – Far tornare a Torino l’allenatore campione del mondo in carica non sarebbe un brutto biglietto da visita ma Didier non ha alcuna intenzione di lasciare la prestigiosa panchina della Nazionale Francese di calcio. 

MAURIZIO SARRI – Il tecnico piace molto ad Andrea Agnelli mentre non convince né Nedved né Paratici perché lo ritengono un “bello che non balla”. Ovvero, le sue squadre giocano bene ma vincono poco o nulla. Quest’anno Sarri potrebbe smentirli alzando al cielo l’Europa League. 

ROBERTO DE ZERBI – Si tratterebbe di una autentica scommessa ma Arrigo Sacchi, tra i critici più severi di Allegri, sta facendo di tutto per convincere la dirigenza della Juventus a puntare su questo tecnico dalle idee innovative. 

ANTONIO CONTE – Lo citiamo solamente perché farebbe carte false per tornare a Torino. Ma Andrea Agnelli non ha alcuna intenzione di riprenderlo perciò ha poco senso inserirlo tra i candidati alla panchina bianconera. E’ più che altro una auto candidatura.