Cristiano Ronaldo non basta, Mourinho esulta contro tifosi Juventus

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Novembre 2018 23:39 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2018 23:40
Cristiano Ronaldo non basta, Mourinho esulta contro tifosi Juventus

Cristiano Ronaldo non basta, Mourinho esulta contro tifosi Juventus

TORINO, ALLIANZ STADIUM – Juventus-Manchester United 1-2, gol: Cristiano Ronaldo 65′, Juan Mata 86′ e autogol di Alex Sandro 89′. Partita valida per la quarta giornata della fase a gironi di Champions League. Classifica: Juventus 9, Manchester United 7, Valencia 5 e Young Boys 1. 

Incredibile rimonta del Manchester (1-2) a Torino: negli ultimi 5′ i Red Devils ribaltano il risultato e vanificano la prima rete stagionale in Champions con una punizione di Mata e una fortunoso 2-1, con pallone spinto in rete da un rimbalzo su Alex Sandro. Un vero harakiri per la Juve che non sa chiudere la partita, fallisce un’infinità di volte il colpo del ko e non sfrutta la prodezza di Ronaldo, gran destro al volo su un lancio di 30 metri di Bonucci.

Gli ottavi di Champions non si allontano di troppo – i bianconeri sono ancora a +2 sul Manchester e a + 4 sul Valencia. Ma la marcia che era finora stata perfetta, si inceppa. E Mourinho sfotte la curva che l’aveva insultato avvicinando la mano a guscio all’orecchio (qui l’approfondimento e i video).

Dopo sette centri in serie A, CR7 firma il suo primo gol stagionale in Coppa, nella stessa porta nella quale, con la maglia del Real Madrid, nell’aprile scorso, aveva deliziato i 40 mila con una rovesciata spettacolare. Nella serata del record assoluto d’incasso per l’Allianz Stadium (4 milioni e 194 mila euro): all’attivo della Juve ci sono anche due legni colpiti, il palo di Khedira nel primo tempo e la traversa piena di Dybala nel secondo. Ma arriva la beffa finale dopo un’altra prova di forza, tattica e tecnica prima di staccare la spina troppo presto.

Dopo l’ 1’0 all’Old Trafford, la Juventus doveva chiudere il conto con i Red Devils per centrare l l’obiettivo degli ottavi di Champions con largo anticipo, meglio ancora con la sicurezza del primo posto per potere concentrare tutti gli sforzi sul campionato. Allegri lascia inizialmente a riposo Matuidi – il francese entrerà al 16′ st – e, ancora, Mandzukic. E ripresenta Khedira a centrocampo, Cuadrado in attacco con Ronaldo e Dybala alle loro spalle. Conferma, infine, per De Sciglio esterno destro della difesa a 4.

Il Manchester vuole dare una svolta alla sua stagione e Mourinho, senza l’infortunato Lukaku, lascia in panchina Rashford e il convalescente Fellaini, schierando il tridente d’attacco con Lingard, Alexis Sanchez e Martial. La Juve prende subito il sopravvento, lo United lascia giocare e bada a non prendere. La Juventus è aggressiva il giusto, nel Manchester Matic rimedia l’ammonizione dopo 11′ per un’entrata su Dybala. Qualche guizzo di Alexis Sanchez a parte, il Manchester non riesce a creare gioco.

CR7 e Dybala si prendono la scena. La Juve si avvicina al gol due volte in un minuto, prima con un destro di Cuadrado, deviato da Matic, sul quale sono prontissimi i riflessi di DeGea e poi con un palo esterno di Khedira. Il Manchester prova il colpo a inizio ripresa: Martial si inserisce in area e piazza il destro sul palo più lontano, fuori di poco, subito dopo show di Dybala: due tocchi, si gira, sinistro a giro che si stampa sulla traversa. Al 62′ il gol di Ronaldo manda in visibilio l’Allianz Stadium e gela il Manchester. La Juve sfiora il raddoppio con Pjanic, su assist di CR7 -(23′). Poi il bosniaco sbaglia la mira su assist di Cuadrado (28′), Allegri si arrabbia.

Cuadrado si mangia il 2-0 un paio di minuti dopo. Destro di Pjanic dal limite. E’ quasi un tiro al bersaglio di una Juve scatenata. Ma il raddoppio non arriva, lo United riprende coraggio.

E arriva il pareggio su punizione (41′) di Mata, entrato da 6′ al posto di Herrera. Poi l’incredibile sorpasso con una carambola in area: il pallone, sfiorato da Pogba e Fellaini, rimbalza su Bonucci e Alex Sandro e finisce alle spalle di Szczesny.

Le pagelle di Juventus-Manchester United 1-2

Juventus-Manchester United 1-2 (0-0). Juventus (4-3-3): Szczesny 6, De Sciglio 6 (38′ st Barzagli sv), Chiellini 6.5, Bonucci 6.5, Alex Sandro 6, Khedira 6 (16′ st Matuidi 6), Pjanic 6, Bentancur 6.5, Cuadrado 6.5 (47′ st Mandzukic), Dybala 6.5, Ronaldo 7. (22 Perin, 4 Benatia, 20 Cancelo, 24 Rugani). All.: Allegri 6.

Manchester United (4-3-3): De Gea 6.5, Young 6, Smalling 5.5, Lindelof 5, Shaw 6, Herrera 5.5 (34′ st Mata 6.5), Matic 6, Pogba 6, Lingard 5.5 (25′ st Rashford 6), Alexis Sanchez 5.5 (34′ st Fellaini 6.5), Martial 6.5. (22 Romero, 3 Bailly, 17 Fred, 36 Darmian). All.: Mourinho 6.5.

Arbitro: Hategan (Romania) 6.5. Reti: nel st 20′ Ronaldo, 41′ Mata, 45′ Alex Sandro (aut.). Angoli: 6 a 2 per la Juventus. Recupero: 1′ e 4′. Ammoniti: Matic, Alex Sandro, Dybala, Herrera per gioco scorretto, Martial per comportamento non regolamentare. Spettatori: 41.470 (Presenti: 35.559. Abbonati Premium: 3.828. Ospiti: 2.088). Incasso € 4.194.190,00 (record assoluto di incasso per l’Allianz Stadium).

** I GOL ** – 20′ st: millimetrico lancio dalla difesa di Bonucci per il taglio verso la porta di Ronaldo, che sfrutta l’errata copertura di Lindelof e al volo di destro fulmina De Gea sul primo palo. – 41′ st: calcio di punizione dal limite guadagnato da Pogba, Mata di sinistro disegna una traiettoria imprendibile per Szczesny.

– 45′ st: calcio di punizione dalla sinistra di Young, Fellaini sfiora di testa e prolunga in area, dove Pogba, Bonucci e Alex Sandro cercano la palla. L’ultimo tocco che beffa Szczesny è proprio del difensore brasiliano che realizza il più classico degli autogol.

Gli highlights di Juventus-Manchester United 1-2

90′ Juventus ko. E’ rimandata la festa qualificazione. Lo United ha vinto a Torino, ha sorpassato il Valencia, e si è portato a meno due dai bianconeri di Massimiliano Allegri. 

89′ Sorpasso Manchester United. Goffa autorete di Alex Sandro, dopo un tocco di Bonucci, sugli sviluppi di un calcio di punizione in favore degli inglesi. 

86′ Pareggio del Manchester United. Mata gela i bianconeri con un calcio di punizione perfetto. 

65′ Juventus in vantaggio. Cristiano Ronaldo, grande ex dell’incontro, realizza su assist di Miralem Pjanic. Il fuoriclasse portoghese ha segnato al volo, una rete tanto potente quanto spettacolare. 

50′ – Secondo legno colpito dalla Juventus, traversa di Dybala. L’attaccante argentino si è liberato dal limite dell’area di rigore dello United e ha calciato a giro “alla Del Piero”. Il suo tiro ha sbattuto contro la traversa a De Gea fuori causa.

Il primo tempo è terminato sul punteggio di zero a zero con la Juventus che ha avuto l’occasione più clamorosa. Khedira, lasciato solo dalla difesa del Manchester United, ha calciato a botta sicura ma, a De Gea battuto, il palo gli ha negato la gioia del gol. 

Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Massimiliano Allegri Manchester United (4-3-3): De Gea; Young, Smalling, Lindelof, Shaw; Herrera, Matic, Pogba; Lingard, Sanchez, Martial. Allenatore: José Mourinho

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.