Juventus, Maurizio Sarri pronto al debutto: domani parlerà alla stampa

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Settembre 2019 20:45 | Ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2019 20:29
Juventus Maurizio Sarri esordio Fiorentina

Juventus, Maurizio Sarri nella foto Ansa

TORINO – Ora è ufficiale, Maurizio Sarri è pronto all’esordio sulla panchina della Juventus. La società bianconera ha fatto sapere che domani il tecnico prenderà parte alla conferenza stampa prima del match contro la Fiorentina in programma alle ore 12.30 all’Allianz Stadium di Torino. In occasione di Parma-Juventus, Sarri era stato sostituito in sala stampa da Pavel Nedved, mentre prima di Juventus-Napoli aveva parlato il suo vice Giovanni Martusciello. Domani Sarri parlerà alla stampa e sabato esordirà sulla panchina della Juventus nel corso del match di Serie A contro la Fiorentina

Higuain al sito della Juventus: “Ho ritrovato un Cristiano Ronaldo ancora più forte”.

Presente e futuro: Gonzalo Higuain ha lo sguardo rivolto alla Juve, alla stagione che lo aspetta. Prima però un rapido sguardo a pochi giorni fa: «Contro il Napoli è stata una partita di emozioni forti – racconta – Dopo aver portato la gara sulla strada giusta per noi, abbiamo avuto un calo di energia e mentale. Abbiamo subito il loro ritorno, e sebbene l’episodio sia stato sfortunato per loro, è stata una vittoria meritata».

E aggiunge: «Sono qui per dimostrare il mio valore, volevo restare fin dal primo giorno in cui son tornato. Sono felice di essere alla Juve, in una grande società, una grande squadra e con una grande tifoseria, in una città che conosco».
 
Gonzalo svela poi un bel retroscena legato al suo nuovo numero di maglia, non più il 9 ma il 21. «Si tratta di una decisione che ho preso io: ho deciso di cambiare il 9, sebbene fosse disponibile, con il numero del giorno in cui è nata mia figlia, per portarla con me in ogni partita: una scelta di cuore, che mi sta portando fortuna».
 
«Il passato? Non ci penso, ho in testa solo il presente e il futuro, sarà una stagione importante. Lo scorso anno è stato difficile per me, ma sono comunque andato in doppia cifra e ho vinto un’Europa League. Adesso penso solo alla nostra stagione: ho bei ricordi contro la Fiorentina, fu il mio esordio bianconero. Al Franchi non è mai facile, ma noi dobbiamo essere forti, come sappiamo, e portare a casa la vittoria. Cris (Ronaldo)? Sono di nuovo in squadra con lui dopo qualche anno, ed è ancora più forte, completo e ambizioso: sono contento di ritrovarlo» (dal sito internet ufficiale della Juventus).