Juventus-Milan, espulsione Rebic scatena polemiche sui social: quando Orsato non mostrò il rosso a Pjanic

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Giugno 2020 21:41 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2020 21:41
Juventus-Milan, espulsione Rebic scatena polemiche sui social: quando Orsato non mostrò il rosso a Pjanic

Juventus-Milan, espulsione Rebic scatena polemiche sui social: quando Orsato non mostrò il rosso a Pjanic (foto archivio Ansa)

TORINO – Juventus-Milan è stata la prima partita italiana dopo oltre tre mesi di digiuno per la quarantena da coronavirus.

Come da tradizione italiana, questa partita ha scatenato non poche polemiche.

Sotto la lente di ingrandimento è finita l’espulsione di Rebic (qui il video).

Rosso sacrosanto perché il croato è entrato a gamba tesa colpendo Danilo vicino al volto.

Ma sui social non si polemizza su questo rosso ma su quello non dato dallo stesso arbitro, Orsato, nel corso di un ormai famoso Inter-Juventus che consegnò lo scudetto ai bianconeri con tanti episodi da moviola controversi.

L’intervento scomposto di Rebic è molto simile a quello di Pjanic nel corso di quella partita (qui l’immagine).

Oggi Orsato ha mostrato il cartellino rosso senza pensarci un attimo mentre in quella partita graziò il centrocampista bosniaco.

Questa espulsione non è l’unico episodio da moviola che ha sorriso alla Juventus. 

Poco prima Orsato ha utilizzato il var per assegnare un rigore ai bianconeri per un fallo di mano di Conti nella sua area di rigore. 

Cristiano Ronaldo ha fallito il suo secondo rigore da quando gioca nella Juventus calciandolo sul palo (Donnarumma aveva intuito l’angolazione della sua conclusione). 

Prima di oggi, Ronaldo aveva sbagliato solamente un altro rigore con la Juventus. 

In quella circostanza era stato ipnotizzato da Sorrentino del Chievo Verona ma fu un errore non sanguinoso perché la Juve vinse comunque la partita.