Calciomercato Juventus: Milinkovic-Savic costa troppo. A meno che Pjanic…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 agosto 2018 12:28 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2018 12:28
Calciomercato Juventus ultim'ora: Milinkovic-Savic costa troppo. A meno che Pjanic...

Calciomercato Juventus: Milinkovic-Savic costa troppo. A meno che Pjanic… (foto d’archivio Ansa)

TORINO – Calciomercato Juventus: nonostante l’arrivo di Cristiano Ronaldo, è tutt’altro che chiuso il mercato bianconero. I due nomi maggiormente associati alle news delle ultime ore sono quelli di Pjanic e Milinkovic-Savic [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

Ovviamente il serbo della Lazio arriverebbe solo se i bianconeri cedessero il bosniaco per una cifra vicina ai 100 milioni (Lotito per Milinkovic ne chiede 150 ma la Juve potrebbe inserire contropartite). Notizia delle ultime ore, a Pjanic sembrerebbe interessato il Real Madrid, nel caso in cui Modric vada all’Inter, scatenando una sorta di effetto domino (anche i nerazzurri sono interessati a Milinkovic se non riusciranno a mettere le mani su Modric).

Intanto un’altra buona notizia per i bianconeri è che Marotta ha realizzato un tesoretto da 60 milioni, solo piazzando i giovani di proprietà (in prestito o ceduti con diritto di recompra). Un gruzzoletto che può servire per l’assalto a un altro big (i tifosi sognano Pogba, anche se il francese potrebbe finire al Barcellona).

“Quest’anno per vincere e raggiungere gli obiettivi, che sono il campionato, la Champions e la Coppa Italia c’è da far fatica e sacrificarsi, e non bisogna dare nulla per scontato”. Così il tecnico della Juventus a Sky nel dopo partita contro il Real Madrid. “Gli arrivi che ci sono stati, soprattutto quello di Cristiano Ronaldo non cambia nulla come obiettivi rispetto agli altri anni passati, hanno solo spostato l’ago della bilancia sul fatto che tutti pensano che sia tutto facile. Ma non è così, c’è bisogno di tutti, c’è soprattutto di equilibrio e sacrificio, e invece c’è ancora troppo entusiasmo ed euforia per arrivo di C.Ronaldo. Nella nuova stagione partiamo alla pari degli altri e per vincere servono sacrificio, rispetto e cuore. Senza queste cose sarà difficile portare a casa i trofei”.