Juventus-Napoli biglietti, niente divieto ai nati in Campania. Resta per i residenti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Agosto 2019 14:27 | Ultimo aggiornamento: 9 Agosto 2019 14:27
Juventus-Napoli biglietti, niente divieto ai nati in Campania. Resta per i residenti

L’Allianza Stadium di Torino in una foto ANSA

TORINO – Juventus-Napoli non sarà vietata ai nati in Campania. Il club bianconero ha comunicato le modalità per la vendita libera dei biglietti della partita di campionato, seconda giornata, del 31 agosto, decise in base alle disposizioni del gruppo operativo di sicurezza (Gos) riunitosi oggi, 9 agosto.

Dopo le polemiche, la restrizione riguardante i nati in Campania non appare più, mentre resta il divieto di acquisto dei biglietti per i residenti in Campania anche in possesso di fidelity card, ad eccezione della Juventus Card o tessera del tifoso. Le ricevitorie della Campania non sono inoltre abilitate alla vendita dei tagliandi per il match. Tali misure, precisa la Juventus, riguardano tutti i settori a esclusione del settore ospiti per il quale l’Osservatorio per le manifestazioni sportive si esprimerà nelle prossime settimane.

La polemica e le reazioni

La scelta della Juventus aveva scatenato polemiche. Molte le personalità che hanno contestato la scelta di vietare la vendita alle persone nate in Campania. La prima risposta è quella ufficiale del Comune di Napoli: “La notizia da parte della società calcistica juventina di vietare la vendita dei tagliandi per la partita Juve-Napoli a chi è nato in Campania ha tutta l’aria di essere una scelta di discriminazione territoriale e sociale. È molto grave che una società sportiva selezioni il pubblico pagante sulla scorta di un fattore arbitrario legato al luogo di nascita” questo il commento alla notizia affidato alla delegata all’Autonomia della Città, Flavia Sorrentino. Molti gli esponenti politici che hanno chiesto spiegazioni sulla scelta, così come personalità della cultura e del mondo dello spettacolo.