Juventus-Napoli, formazioni Serie A: Antonio Conte contro Rafa Benitez

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 10 Novembre 2013 9:36 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2013 9:37
Juventus-Napoli, formazioni Serie A: Antonio Conte contro Rafa Benitez (LaPresse)

Juventus-Napoli, formazioni Serie A: Antonio Conte contro Rafa Benitez (LaPresse)

TORINO, JUVENTUS STADIUM – Juventus-Napoli, formazioni probabili della partita valida per la dodicesima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

Leggi anche: ecco cosa è successo ieri. L’addio di Moratti, la papera di Bardi e il ritorno di Zanetti (clicca qui)

JUVENTUS-NAPOLI ore 20.45

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Isla, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez; Llorente
A disp.: Storari, Rubinho, Peluso, Motta, Padoin, Marchisio, De Ceglie, Quagliarella, Giovinco. All.: Conte
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Pepe, Vucinic, Lichtsteiner, Chiellini, Caceres
Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Fernandez, Albiol, Armero; Inler, Behrami; Callejon, Hamsik, Mertens; Higuain
A disp.: Rafael, Colombo, Britos, Cannavaro, Uvini, Dzemaili, Radosevic, Pandev, Zapata, Insigne. All.: Benitez
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Zuniga, Mesto.

In Juventus-Napoli è sfida fra le due squadre della Serie A 2013/14 che vantano il maggior numero di superiorità numeriche: quattro le espulsioni finora a favore di bianconeri e azzurri. La Juventus segna da 23 partite ufficiali consecutive: 43 le marcature totali, con l’ultimo digiuno il 10 aprile scorso in Champions League, per Juventus-Bayern Monaco 0-2. Bianconeri mai vittoriosi contro formazioni allenate da Benitez: due pareggi 0-0 e una vittoria dell’allenatore iberico. Oltre a Inter-Juventus del girone d’andata della Serie A 2010/11, si ricorda la semifinale di Champions fra Juventus e Liverpool, edizione 2004/05. Napoli reduce da cinque successi consecutivi, fra campionato e Champions, in cui gli azzurri hanno segnato 11 gol. Ultimo stop in Roma-Napoli 2-0, in Serie A, il 19 ottobre. Marek Hamsik, con le sei reti finora realizzate nella Serie A 2013/14, è salito a quota 67 gol nel massimo campionato con la maglia del Napoli. Il centrocampista slovacco, per il momento ottavo in solitudine nella classifica dei marcatori all-time del Napoli nella A a girone unico, è a soli due passi da Luis Vinicio, settimo: il brasiliano è infatti da solo a quota 69 reti. Nella Juventus, Hamsik ha il suo secondo bersaglio preferito da quando è in Italia, con 6 reti realizzate, alla pari del Bologna; di meglio ha fatto solo contro il Palermo (sette marcature). (Ha collaborato Football data).

Gli anticipi del sabato. 

Inter batte Livorno 2-0 (1-0).

Inter (3-5-1-1): Handanovic 6, Ranocchia 6, Rolando 6, Samuel 6.5, Jonathan 6.5, Taider 5.5 (37′ st Zanetti 7), Cambiasso 7, Alvarez 5.5 (14′ st Kovacic 6.5), Nagatomo 6.5, Guarin 5.5 (26′ st Belfodil 5.5), Palacio 6. (30 Carrizo, 12 Castellazzi, 6 Andreolli, 54 Donkor, 18 Wallace, 16 Mudingayi, 17 Kuzmanovic, 90 Olsen, 28 Puscas). All.: Mazzarri 6.5.

Livorno (3-5-2): 1 Bardi 5, Valentini 6, Emerson 6.5, Ceccherini 6, Gemiti 5.5 (42′ st Borja sv), Schiattarella 6.5, Luci 6.5, Duncan 5 (1′ st Benassi 5.5), Mbaye 6, Siligardi 5 (20′ st Emeghara 5), Paulinho 6. (22 Anania, 37 Aldegani, 2 Piccini, 5 De Carli, 11 Lambrughi, 7 Belingheri). All.: Nicola 5.5. Arbitro: Peruzzo di Schio 6. Reti: nel pr 30′ aut. Bardi; nel st 46′ Nagatomo. Ammoniti: Duncan, Ranocchia, Samuel e Rolando per gioco falloso; Paulinho per gioco non regolamentare. Angoli: 6-0. Recupero: 2′ e 3′. Spettatori: 39.775, per un incasso di 1.069.267 euro. ** I GOL ** – 30′ pt: cross di Jonathan dalla destra e ‘papera’ clamorosa di Bardi che non trattiene il pallone, facendolo terminare in rete. – 46′ st: grande azione di Kovacic al limite dell’area, passaggio filtrante di Nagatomo che di destro batte Bardi.

Catania batte Udinese 1-0 (1-0).

Catania (4-3-3): Andujar 6, Rolin 5, Legrottaglie 6.5, Gyomber 6, Capuano 6, Almiron 6 (4′ st Izco 6), Tachtsidis 6.5, Guarente 5.5 (20′ st Alvarez 6), Keko 6.5 (26′ st Leto 6), Maxi Lopez 6.5, Castro 6.5. (1 Frison, 35 Ficara, 22 Alvarez, 3 Spolli, 34 Biraghi, 20 Freire, 32 Petkovic). All. De Canio 6.

Udinese (4-4-1-1): Brkic 6.5, Heurtaux 5.5 (16′ st Nico Lopez 5.5), Danilo 6, Domizzi 5 (1′ st Naldo 6), Gabriel Silva 6.5, Basta 5.5, Pinzi 6 (38′ st Allan sv), Lazzari 5.5, Fernandes 6.5, Pereyra 6.5, Muriel 6. (30 Kelava, 19 Douglas, 6 Bubnjic, 27 Widmer, 14 Mlinar, 7 Badu, 52 Merkel, 18 Jadson, 94 Zielinski). All. Guidolin 6. Arbitro: De Marco di Chiavari 5. Rete: nel pt 30′ Maxi Lopez su rigore. Angoli: 6-5 per l?Udinese. Recupero: 1′ e 5′. Ammoniti Domizzi, Basta, Guarente e Maxi Lopez per gioco scorretto, Pinzi per proteste. Spettatori 12.986 (paganti 2.524, abbonati 10.462), incasso 31.700 euro. ** IL GOL: – 30′ pt: Domizzi trattiene vistosamente Legrottaglie in area e De Marco decreta il rigore, trasformato Maxi Lopez con un rasoterra che Brkic intuisce ma non riesce a neutralizzare.