Juventus-Napoli, annullato lo 0-3 a tavolino: la partita dovrà essere giocata ma manca la data. Forse il 13 o 20 gennaio

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Dicembre 2020 20:40 | Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2020 8:46
Juventus napoli annullato 0-3 a tavolino (foto Ansa)

Juventus-Napoli, il Collegio di Garanzia annulla lo 0-3 a tavolino: la partita dovrà essere giocata, ma manca la data (foto Ansa)

Il Collegio di Garanzia presso il Coni ha accolto il ricorso del Napoli contro lo 0-3 a tavolino nella partita non giocata lo scorso 4 ottobre contro la Juve.

“Annullato senza rinvio”: è questa la formula con la quale il Collegio ha accolto contro la Figc e le precedenti sentenze che infliggevano lo 0-3 a tavolino e un punto di penalizzazione al club partenopeo per non essersi presentata a Torino per la gara con la Juve.

Cancellato risultato a tavolino e punto di penalizzazione

La decisione di fatto cancella il risultato a tavolino e il punto di penalizzazione. La partita tra Juventus e Napoli non disputata andrà quindi giocata in una data da definire.

Per effetto della decisione del Collegio cambia anche la classifica di serie A, con la Juventus che “perde” tre punti e il Napoli che ne recupera uno, in attesa della partita di recupero.  

A ribaltare il verdetto di Tribunale federale e Corte Sportiva d’Appello è stato il Collegio di Garanzia presieduto dall’ex ministro degli Esteri Franco Frattini.

Quando si gioca? Rischio mancanza data 

Sarà ora la Lega Serie A a decidere la data. Presumibilmente si giocherà a gennaio del 2021, forse il 13. Per quella data però si dovrebbero rinviare Juve-Genoa e Napoli-Empoli, turno a eliminazione diretta negli ottavi di Coppa Italia. Facendo così slitterebbe tutta la competizione. 

Cosa più semplice sarebbe invece giocare il 20 gennaio: per quella data è prevista Juventus-Napoli ma per la Supercoppa italiana. Basterebbe rinviare questo match e le due squadre potrebbero incontrarsi. 

Le altre date, come spiega Leggo, sono occupate nel caso in cui le due squadre dovessero andare avanti sia in Coppa Italia, sia in Champions League ed Europa League. 

Escludendo le due date di gennaio, l’unica soluzione in questo caso sarebbe mercoledì 24 marzo. In quella data ci sarà la pausa nazionali per le partite di qualificazione ai prossimi Mondiali.

Entrambe le squadre dovrebbero però giocare senza i loro giocatori impegnati in Nazionale. C’è anche un’alternativa: a rinunciare ai giocatori delle nazionali dovrebbero essere le federazioni.

De Laurentiis: “Chi rispetta le leggi non può essere condannato”

“Siamo felici. Viviamo in un Paese dove chi rispetta le leggi non può essere condannato. E il Napoli segue sempre le regole” ha twittato il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis poco dopo aver appreso l’esito del ricorso.

“La vittoria di Davide contro Golia”

A Kiss Kiss Napoli, il legale del club partenopeo, Mattia Grassani, ha invece detto: “: “E’ una vittoria di Davide contro Golia, nel senso che tutti ci davano per perdenti mentre il Coni ci ha dato ragione con un verdetto secco e inappellabile” (fonte: Ansa, Leggo, Repubblica).