Nono scudetto consecutivo per la Juventus, Cristiano Ronaldo e Bernardeschi stendono la Sampdoria

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 26 Luglio 2020 23:34 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2020 23:40
Juventus-Sampdoria 0-0, bianconeri in campo per scudetto

Juventus-Sampdoria, Cristiano Ronaldo nella foto Ansa

Juventus-Sampdoria 2-0, gol: Cristiano Ronaldo al 51′   e Bernardeschi al 67′.

Juventus campione d’Italia per il nono anno consecutivo. Dopo la batosta di Udine, la Juve non ha fallito il secondo match point per il tricolore.

Anche contro la Samp, i bianconeri non hanno brillato ma hanno vinto la partita grazie ai gol scudetto di Cristiano Ronaldo  e Bernardeschi ed alle parate di Szczesny.

Infatti la Samp ha disputato  una buona partita allo Stadium giocando con la tranquillità di chi ha già conquistato la salvezza con ampio anticipo. I blucerchiati avrebbero meritato almeno un gol ma hanno dovuto fare i conti con uno Szczesny in serata di grazia.

La Juve ha vinto il match grazie ad una grande prestazione dei suoi centrocampisti. Pjanic ha finto di calciare in porta, invece ha servito Ronaldo direttamente da calcio di punizione. L’asso portoghese ha calciato di prima intenzione portando avanti la sua squadra.

Nella ripresa, Bernardeschi ha chiuso i giochi dopo una corta respinta di Audero su un tiro di Cristiano Ronaldo. Cr7 ha regalato a Sarri il primo scudetto della sua carriera. Ora cercherà l’aggancio alla vetta della classifica marcatori della Serie A, senza dimenticare la Scarpa d’Oro. 

In entrambi i casi, il suo rivale è Ciro Immobile, in vetta ad entrambe le classifiche con 34 gol all’attivo (più tre sul portoghese).

Nel finale di partita, Ronaldo sarebbe potuto salire a 32 gol ma ha calciato sulla traversa un rigore. 

Juve campione d’Italia, gol scudetto di Ronaldo e Bernardeschi.

Juventus a caccia della vittoria scudetto con  Szczesny; Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Maurizio Sarri.

La Sampdoria  cercherà di vendere cara la pelle con Audero; Tonelli, Yoshida, Chabot, Augello; Depaoli, Thorsby, Linetty, Jankto; Ramirez; Quagliarella. Allenatore: Claudio Ranieri.

Dopo venti minuti di studio, la Juventus è andata vicinissima al gol al 20′ con Cristiano Ronaldo. Cross di Matuidi dalla sinistra, stacco di testa clamoroso di Ronaldo e salvataggio sulla linea di Audero. Ma poi l’arbitro ha fermato il gioco segnalando un fallo del portoghese sul difensore della Sampdoria.

Al 28′, Danilo è stato costretto a lasciare il campo per infortunio. Al suo posto, è entrato in campo Federico Bernardeschi. In precedenza, la Sampdoria aveva perso per infortunio Chabot.

Juventus vicina al vantaggio al 35′. Il tiro cross di Alex Sandro è stato deviato, quasi in autogol, da Yoshida. La palla è terminata in calcio d’angolo ad Audero battuto.

Altra tegola per la Juve. Al 38′, Dybala ha accusato un problema all’adduttore ed è uscito dal campo. Al suo posto, è entrato in campo Gonzalo Higuain.

Ancora Juve al 34′, la sassata di Bernardeschi viene respinta con i pugni da Audero. Juventus in vantaggio al 51′ (i minuti di recupero assegnati sono stati sei).

Pjanic si è incaricato di una punizione al limite dell’area della Sampdoria ma invece di calciare in porta ha servito Cristiano Ronaldo.

Il portoghese ha segnato con un piattone destro di prima intenzione. Nulla da fare per Audero. Juve in vantaggio all’intervallo.

Sampdoria scatenata ad inizio ripresa. Al 50′, Szczesny ha tirato fuori una grande parata per deviare una punizione di Ramirez in calcio d’angolo. Sul corner, Tonelli ha colpito di testa a botta sicura. Il portiere polacco è rimasto immobile e per sua fortuna la conclusione del calciatore blucerchiato è uscita di un soffio.

La Juve ha chiuso i giochi per lo scudetto al 67′. Cristiano Ronaldo è partito dalla sinistra, si è accentrato e ha fatto partire un gran destro che è stato respinto goffamente da Audero. Sulla ribattuta, ha segnato a porta praticamente vuota Bernardeschi.

C’è anche Szczesny in questo scudetto bianconero. Il portiere polacco ha fermato Quagliarella con una parata prodigiosa al 72′. La Sampdoria ha chiuso la partita in dieci uomini per l’espulsione di Thorsby al 76′. Il calciatore dei blucerchiati è stato espulso per doppia ammonizione in seguito ad un brutto fallo su Pjanic.

Nel finale di partita, la Juve ha incassato il terzo infortunio della serata. De Ligt è uscito al 77′, al suo posto è entrato in campo Rugani.

All’87’,  Depaoli ha steso Alex Sandro regalando un rigore alla Juventus. Ronaldo lo ha fallito calciando il pallone sulla traversa. E’ finita, la Juve ha vinto contro la Sampdoria e ha conquistato il nono scudetto consecutivo con due turni d’anticipo.