Juventus, Sandro Piccinini attacca Nedved: “Da calciatore non rispettava gli arbitri”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 3 Febbraio 2020 17:21 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2020 17:21
Juventus, Sandro Piccinini attacca Nedved: "Da calciatore non rispettava gli arbitri"

Sandro Piccinini ha attaccato Nedved: “La Juventus non dovrebbe mandare lui visto che da calciatore non era rispettoso nei confronti degli arbitri”

TORINO – Sandro Piccinini ha aggiornato il suo profilo Twitter per esprimere la sua opinione sulle polemiche dopo il fischio finale di Juventus-Fiorentina. Il telecronista si è schierato contro Pavel Nedved con le seguenti dichiarazioni: “Al di là del merito dei casi di oggi, un consiglio gratis alla Juventus: per fare la morale agli altri sul comportamento da tenere a fine gara non mandi Nedved, spesso protagonista di sceneggiate irrispettose e intimidatorie verso gli arbitri”. 

Il botta e risposta tra Commisso e Nedved dopo Juventus-Fiorentina. 

Nedved ha criticato Rocco Commisso per le sue dichiarazioni sull’arbitro di Juventus-Fiorentina: “Commisso ha tutto il mio rispetto, ma devo dire che si sta usando un po’ troppo la scusa degli arbitri con la Juventus. Dovrebbe prendere un tè prima di dire certe cose…

Si dice che la Juve non vince con merito, siamo abbastanza stufi di questo, perché la Juve ottiene risultati giocando bene, facendo tutto sul campo per vincere. Perciò dobbiamo smetterla quando si gioca contro la Juve di farsi degli alibi”.

Rocco Commisso non l’ha presa bene e ha risposto a Nedved dicendo: “Il tè se lo beva lui, ripeto il mio pensiero, la Juventus, che una rosa milionaria, non ha bisogno di questi aiuti per vincere le partite. Mi farò sentire in ogni sede possibile”.

“Chiedo ai vertici dell’Aia di incontrarmi perché bisogna farla finita con queste cose, non può essere che ci siano squadre avvantaggiate ed altre, come quella di Firenze, che non lo siano. Ci faremo sentire in Lega”.