Confusione Juventus: Sarri, Pochettino, Guardiola, Mourinho. Chi sarà il prossimo tecnico?

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 22 maggio 2019 13:08 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2019 13:09
Confusione Juventus: Sarri, Pochettino, Guardiola, Mourinho. Chi sarà il prossimo tecnico?

Confusione Juventus: Sarri, Pochettino, Guardiola, Mourinho. Chi sarà il prossimo tecnico? Foto
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

TORINO – Solo una cosa è certa in casa Juventus, Massimiliano Allegri non sarà l’allenatore dei bianconeri per la prossima stagione perché ha ricevuto il benservito da parte di Andrea Agnelli & co. Qualche giorno fa sembrava delinearsi un testa a testa tra Maurizio Sarri (tuttóra il favorito) e Simone Inzaghi ma nelle ultime ore sono spuntate altre candidature più autorevoli come Mauricio Pochettino, Pep Guardiola e José Mourinho. Andiamo ad analizzare la situazione nel dettaglio. 

Juventus, il punto della situazione sui vari allenatori accostati ai bianconeri. 

MAURIZIO SARRI – Il Chelsea non è convinto di confermare il tecnico italiano perché il rapporto tra l’ex allenatore del Napoli ed i tifosi non è mai decollato. Tuttavia i risultati parlano per lui. Ha raggiunto tre finali, quella di Europa League va ancora giocata, e ha riportato la squadra in Champions League dopo un anno di assenza. E’ il profilo preferito da Andrea Agnelli tra i tecnici italiani. 

MAURICIO POCHETTINO – Il cugino dell’allenatore, Daniele, ha sganciato la bomba ai microfoni di tuttojuve.com: “Credo che Mauricio alla Juve possa essere un’ipotesi fattibile – ha detto il cugino del manager degli Spurs -, lui ha dimostrato di essere un allenatore in grado di lavorare bene e la finale di Champions conquistata con il Tottenham ne è il più chiaro esempio. Come è noto, l’obiettivo della Juve è chiaramente la Champions League: mio cugino ha tutte le qualità per allenare con successo questo club. Rispetto ad altri allenatori che sono stati citati e che vengono accostati alla panchina bianconera (Inzaghi e Sarri, ndr), Mauricio ha dimostrato di avere l’esperienza giusta per poter allenare in Europa.

5 x 1000

Al Tottenham è stato in grado di forgiare un gruppo di singoli che non era poi così noto. Il suo stile da allenatore è simile a quello di Conte, fa dell’agonismo e dell’intensità le sue armi vincenti. La Juve cerca un profilo vincente e Mauricio lo è. La società bianconera ha sempre deciso per il meglio e ci fa piacere che un Pochettino sia accostato a un club così. Tutta la famiglia vorrebbe vederlo in bianconero”.

PEP GUARDIOLA – Il tecnico spagnolo si è auto escluso dalla corsa per la panchina bianconera rispondendo anche in maniera decisa ad un giornalista inglese: “Quante volte te lo devo dire? Te lo ripeto per l’ennesima ed ultima volta. Non andrò a Torino, non allenerò la Juventus. Resterò al Manchester City”. E ha ottimi motivi per farlo visto che il club inglese gli ha appena proposto un rinnovo da 23 milioni di euro a stagione. Tuttavia, Radio Sportiva ha annunciato in pompa magna: “Guardiola sarà il prossimo allenatore della Juventus”. Staremo a vedere. 

JOSE’ MOURINHO – L’allenatore portoghese è un nemico storico della Juve (non che Sarri sia da meno…) ma è sponsorizzato da due pezzi da novanta come Jorge Mendes e Cristiano Ronaldo. Il parere di Cr7 è molto pesante ed Andrea Agnelli starebbe pensando all’ex tecnico del triplete dell’Inter per tornare a vincere in Europa.