Calcio scommesse, Juventus: niente patteggiamento per Bonucci e Pepe

Pubblicato il 4 agosto 2012 16:14 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2012 16:14
Bonucci_Pepe_Del_Piero

Bonucci e Pepe (LaPresse)

ROMA, CALCIO SCOMMESSE – La Juventus ha deciso di schierarsi al fianco  di Simone Pepe e Leonardo Bonucci.

Pochi minuti fa, oltre ai due calciatori, anche l’ad del club bianconero, Giuseppe Marotta, è  giunto nell’ex Ostello della gioventù  del Foro Italico, dove è  in corso il processo sul Calcioscommesse che vede gli stessi Pepe e Bonucci imputati per la presunta combine in Udinese-Bari, del 9 maggio 2010.

Per il difensore, ex Bari, deferito per illecito sportivo, il procuratore federale Stefano Palazzi ha chiesto la squalifica di tre anni e sei mesi. Per Pepe, ex Udinese, deferito per omessa denuncia, la richiesta è  di un anno di stop.

Qualche minuto dopo il loro arrivo, il presidente della Commissione disciplinare, Sergio Artico, ha dato inizio alla seconda udienza del procedimento basato sugli atti trasmessi dalla procura della Repubblica di Bari.

E’ saltata l’ultima possibilità di  patteggiamento tra il procuratore federale Stefano Palazzi e i legali di Bonucci e Pepe, nel processo al calcioscommesse.

Palazzi aveva chiesto alla Disciplinare un’interruzione per cercare di trattare i patteggiamenti con i legali di Bonucci, Pepe, di Belmonte, di Salvatore Masiello e dell’Udinese per la presunta combine di Udinese-Bari. La trattativa e’ pero’ saltata’ perche’ ”troppo complessa”, ha detto Palazzi. E’ in corso l’arringa difensiva dei legali di Bonucci.