Juve, le conseguenze di Bonucci: top player no, serve un difensore. Bruno Alves?

Pubblicato il 6 agosto 2012 10:14 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2012 10:15
bruno alves

Bruno Alves (LaPresse)

TORINO – Il calcio scommesse riscrive, in parte, il mercato della Juventus che ora rischia di trovarsi senza allenatore e senza uno dei cardini della difesa, Leonardo Bonucci, che rischia una squalifica fino a tre anni è mezzo. La prima conseguenza, racconta il quotidiano La Stampa, è che le strategie sul mercato devono cambiare. In una direzione che ai tifosi della Juventus, già arrabbiati per i deferimenti e i processi, piacerà pochissimo.

Secondo la Stampa, infatti, la Juventus avrebbe abbandonato il sogno “top player” in attacco per puntellare la difesa orfana di Bonucci. Il nome in pole position sarebbe quello di Bruno Alves, portoghese di 30 anni che gioca in Russia, nello Zenit di Luciano Spalletti. E’ il difensore che ha sbagliato il calcio di rigore decisivo nella semifinale degli Europei che ha mandato la Spagna, e non il Portogallo, a giocare e vincere la finale con l’Italia. Non è l’unico nome: sempre dalla Russia tornerebbe volentieri Bocchetti.

Sta di fatto che l’arrivo di un difensore di livello, un titolare (la Juventus aveva già puntellato il reparto con Lucio, ma senza Bonucci e una Champions da fare la rosa è troppo esigua), toglierà inevitabilmente budget per il centravanti.

Si raffredda quindi la pista che porta a Stefan Jovetic anche perché la Fiorentina non scende sotto la richiesta di 30 milioni, troppi anche senza dover comprare un difensore. Lontano anche Van Persie dell’Arsenal. C’è qualche speranza in più per le piste che portano Zdeko e Luis Suarez. Ma la priorità è un’altra: difendersi. E non solo in tribunale.