Calciomercato Juventus: Armero, Kolarov, El Kaddouri, tutte le trattative

Pubblicato il 14 luglio 2012 10:51 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2012 10:51

CALCIOMERCATO JUVENTUS  –  La Juventus si conferma ancora una volta la regina del calciomercato di luglio: dopo gli arrivi di Sebastian Giovinco, Mauricio Isla, K.Asamoah e Manolo Gabbiadini, è in dirittura d’arrivo anche la trattativa per Pablo Armero dell’Udinese.

La Juventus si avvicina ad un altro grande colpo. Si tratta di Pablo Armero, esterno sinistro dell’Udinese. Il colombiano piace molto alla dirigenza bianconera e potrebbe seguire le orme di Isla e Asamoah, appena arrivati alla corte di Conte.

L’affare è impostato ma non ancora definito. Sembra infatti che il club friulano non veda di buon occhio l’offerta della Juve di prendere Armero in prestito.

La Juventus sta cercando anche un altro esterno di grande qualità. Il nome più gettonato è quello di Aleksandar Kolarov del Manchester City.

Il terzino serbo è stato messo sul calciomercato da Roberto Mancini che non lo ritiene più funzionale per il progetto del Manchester City.

Kolarov è rimasto molto legato alla serie a italiana e tenterebbe volentieri un’altra esperienza nel nostro Paese dopo quella positiva con la maglia della Lazio.

Il Manchester City valuta Kolarov circa 25 milioni di euro ma la Juventus, grazie all’operato di Marotta, potrebbe chiudere l’affare a 16 milioni di euro.

In casa Juventus c’è un nome nuovo per il centrocampo: si tratta di El Kaddouri del Brescia. Il centrocampista offensiva delle “Rondinelle” è uno dei calciatori più forti che gioca in Italia.

El Kaddouri sà fare tutto: è bravo in fase d’interdizione e letale in attacco. Il centrocampista del Brescia ricorda molto Marek Hamsik per la sua freddezza sotto rete.

El Kaddouri ha rifiutato il trasferimento al Parma, quando sembrava tutto fatto, perchè è da sempre un grande tifoso della Juventus e la sua scelta è il club bianconero allenato da Antonio Conte.

Per il rischio di proteste delle frange più violente dei tifosi sono state intensificate le misure di sicurezza nel ritiro estivo della Juventus a Chatillon (Aosta).

Oggi polizia e carabinieri erano  presenti in forze a causa del pericolo che tra lo stadio Brunod e il Summer Village venissero compiute azioni dimostrative (bombe carta e altro) da parte dei supporter, scontenti per il rincaro degli abbonamenti per la prossima stagione.

Rischio per il momento scongiurato, ma il livello di attenzione delle forze dell’ordine, anche con furgoni della polizia che transitano nelle strette strade del paese, rimarra’ ‘elevato’ anche nei prossimi giorni.

E’ in programma domani verso le 9 la visita del presidente Andrea Agnelli al ritiro della Juventus a Chatillon (Aosta), dove i bianconeri resteranno sino al 23 luglio.

Per il presidente sara’ l’occasione di incontrare i giocatori e, probabilmente, anche l’allenatore  Antonio Conte al rientro dall’interrogatorio davanti agli inquirenti federali nell’ambito dell’inchiesta sul Calcioscommesse. L’allenamento mattutino, previsto alle 9.30, è  stato quindi posticipato.

La Juventus rende omaggio ad Alfredo Provenzali, il giornalista della Rai e voce di ”Tutto il calcio minuto per minuto” scomparso oggi all’eta’ di 78 anni. Il ricordo e’ affidato all’amministratore delegato, Giuseppe Marotta:

”Sono molto dispiaciuto per la scomparsa di Alfredo – dice -. Per me non era solo un grande giornalista ma anche un amico. In anni in cui la televisione non era ancora protagonista come oggi, la voce di Provenzali ha contribuito a far diventare il calcio sempre piu’ popolare nel nostro paese”.