Calciomercato Juventus: Jovetic, Van Persie e Santon, tutte le trattative

Pubblicato il 11 luglio 2012 19:16 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2012 19:16

Jovetic (LaPresse)

CALCIOMERCATO JUVENTUS Stevan Jovetic o Robin Van Persie? La Juventus sta scegliendo in queste ore il top player sul quale investire i milioni di euro a disposizione del presidente Andrea Agnelli.

La Juventus ha condotto fino a questo momento un calciomercato faraonico ma non ha nessuna intenzione di fermarsi sul più bello anche perchè l’anno prossimo i bianconeri vogliono vincere tutto, anche in Europa.

Van Persie è il calciatore scelto da Giuseppe Marotta ma l’allenatore Antonio Conte preferisce da sempre l’estroso Jovetic della Fiorentina.

Le cifre sono simili: l’Arsenal chiede 25 milioni di euro, anche perchè l’olandese a breve andrà in scadenza, mentre la Fiorentina, per stessa ammissione di Pradè, pretende 35 milioni di euro e non è interessata a scambi con altri calciatori.

La Juventus sta seguendo anche con interesse il terzino del Newcastle e della Nazionale Italiana Davide Santon. Si tratta di uno dei calciatori maggiormente interessanti del nostro movimento calcistico.

Il ritorno alle classiche strisce verticali bianconere, quattro e molto ampie, rispetto alle linee zigrinate delle ultime due stagioni. All’interno del colletto la scritta ‘Vincere non e’ importante, e’ l’unica cosa che conta’, frase storica del presidente onorario della Juventus, Giampiero Boniperti.

Il risvolto e il girocollo ispirati a quelli della divisa con cui i bianconeri vinsero lo scudetto 1951-52. Sul retro, nomi dei giocatori in nero e numeri in bianco su riquadro nero, e non più in giallo.

E poi, al centro del petto, lo scudetto appena vinto con a fianco il logo del club senza le stelle ma con sotto la scritta ’30 sul campo’.

Ecco le caratteristiche principali della nuova maglia della Juventus, presentata oggi dalla Nike allo Juventus Stadium. La divisa da trasferta, svelata qualche settimana fa, sarà invece interamente nera.

  ”Festeggiamo il decimo anno della partnership tra Nike e Juventus con una straordinaria vittoria che riporta il club bianconero al livello che da sempre gli compete – sottolinea Andrea Rossi, General Manager di Nike Italy -. La prima maglia dei campioni d’Italia e’ iconica, ispirata alla tradizione ma allo stesso tempo modernissima. Sposa tradizione e innovazione, tecnologia ed ecosostenibilita”’.

Ogni divisa, maglia più pantaloncino,è prodotta infatti con bottiglie di plastica riciclate (fino a 13 per ciascuna  maglia), ed e’ piu’ leggera del 23% rispetto a quella dell’anno scorso.

  ”Con la Juve – conclude Rossi – abbiamo condiviso un progetto imprenditoriale unico come lo stadio, che ha permesso di accrescere la nostra partnership commerciale e offre enormi spazi di sviluppo, di innovazione e di branding comune. Mi piace pensare che questo sia solo l’inizio di un nuovo cammino”.

E’ una Juve più cilena quella che inizia la nuova stagione. Ad Arturo Vidal, protagonista della cavalcata scudetto, si è aggiunto Mauricio Isla.

 ”Sono felice che sia arrivato – e’ il benvenuto di Vidal, a margine della presentazione delle nuove maglie – e’ un grande giocatore. In passato ci sono stati screzi tra di noi (ride, ndr) ma ora non ci sono problemi, siamo compagni di squadra, siamo uniti, amici fuori e in concorrenza per una maglia”.

Sulla stagione gli obiettivi di Arturo sono chiari. ”L’importante e’ che la Juve vinca tanto. La Champions League? Mi incanta, speriamo di arrivare piu’ alto possibile”.

”L’anno scorso è stato splendido, speriamo di portare sul petto questo tricolore il piu’ a lungo possibile”: Mirko Vucinic rilancia subito la sfida della Juventus, nel giorno della presentazione delle nuove maglie griffate Nike, evento che segna l’avvio della nuova stagione.

”I nuovi arrivati sono molto forti, non li scopro certo io – aggiunge l’attaccante montenegrino – ci siamo rinforzati molto. Jovetic? E’ un grande giocatore, e’ il mio fratellino piu’ piccolo. Piu’ giocatori forti arrivano, meglio e”’.

Quest’anno ci sara’ la nuova sfida della Champions League. ”E’ una competizione molto difficile – dice Vucinic – solo la parola Champions fa capire che ci sono grandi campioni, con la Roma ho sempre fatto bene!”.

”Mi comincia a dare fastidio sentir dire che in Lega Calcio non succede niente. Non voglio dire che l’ambiente e’ stato sereno in questi due anni, ci sono stati momenti di attrito e di difficolta’ ma negli ultimi sei mesi si sta facendo un lavoro serio”.

Lo ha detto il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, a margine della presentazione delle nuove maglie della squadra.

”Auspico – ha aggiunto Agnelli -che entro agosto venga risolta la questione della governance e dei diritti tv, cosi’ come Lega ci porremo come interlocutore credibile.

Poi potremo pensare alle altre questioni come la legge sulla tutela dei marchi, la legge sugli impianti sportivi, il numero di squadre professionistiche in accordo con le altre Leghe e chiedo  la revisione del codice di giustizia sportiva, per me sarebbe doveroso”.