Juventus

Juventus, Andrea Pirlo è un caso? Due panchine di fila in campionato

Andrea Pirlo

Andrea Pirlo (foto LaPresse)

TORINO – C’è un caso Andrea Pirlo nella Juventus? Presto, forse troppo presto per dirlo con certezza. Eppure qualcosa di non esattamente centrato c’è. Per ora si tratta di indizi, va detto. Ma già domenica ci sarà la controprova: allo Juventus Stadium arriverà l’Inter: se Pirlo dovesse essere della partita allora tutto a posto. Ma se dovesse inanellare un’altra panchina, sarebbe la terza in 4 partite.

Una cosa certamente inusuale per uno che è il cuore del gioco della Juventus, che Antonio Conte a fatti prima ancora che a parole ha sempre trattato da insostituibile e che comunque resta il punto di riferimento Azzurro per i prossimi Mondiali brasiliani.

Per capire cosa stia succedendo riavvolgiamo la pellicola fino al 1 dicembre. Quel giorno Pirlo si infortuna: è una cosa abbastanza seria, da 40 giorni di prognosi. Il regista ce la mette tutta per esserci nella partita più importante, quella contro la Roma, in programma per il 5 gennaio. Ed effettivamente quel giorno è in campo e dà il suo contributo al 3-0 con cui i bianconeri strapazzano i secondi in classifica. Ma poi?

Poi la Juve va a Cagliari e Pirlo è titolare. Solo che esce dal campo sull 1-1 e cede il posto a Marchisio che sblocca e in qualche modo decide la panchina. Sono gli ultimi minuti di Pirlo in campionato, almeno finora. Perché il regista resta in panchina 90 minuti con la Sampdoria e 90 minuti con la Lazio. In mezzo gioca la partita di Coppa Italia con la Roma, quella in cui Conte schiera tante seconde linee.

Conte evita di creare il caso e spiega che a Roma Pirlo non è entrato perché la Juve aveva un uomo in meno e servivano altri tipi di giocatori. Vero. Ma ora che succederà a Milano? E che cosa è cambiato nel frattempo?

Sul Giornale Domenico Latagliata ricorda un episodio:

A Cagliari, fianco a fianco con Pepe, l’ex milanista si era pure reso protagonista di una bonaria presa in giro del suo allenatore, a vittoria ampiamente archiviata. Non risulta che Conte l’abbia presa particolarmente male, ma la cronaca dice che dopo quel 12 gennaio sono arrivate le due panchine in campionato.

Pirlo era in panchina perché sostituito. A settembre aveva osato lasciarla dopo un cambio e Conte l’aveva presa male. L’incidente, però è stato superato. Ma per Pirlo è periodo tormentato anche dal punto di vista del gossip: giornali e siti danno per certa la separazione dalla moglie. La nuova fiamma di Pirlo sarebbe Valentina Baldini, ex fidanzata di Riccardo Grande Stevens, il figlio di Franzo Grande Stevens.

 

To Top