Juventus

Juventus-Dinamo, scontri con ultrà croati: tre feriti

Juventus-Dinamo, scontri con ultrà croati: tre feriti

Juventus-Dinamo, scontri con ultrà croati: tre feriti (Ansa)

TORINO – Sono state ore di tensione, culminate negli scontri fuori dallo Stadium, quelle che hanno preceduto la sfida di Champions League tra la Juventus e la Dinamo Zagabria. Un gruppo di tifosi croati è stato respinto con gli idranti, mentre prima della partita tentava di raggiungere i tifosi della Juventus, dalle forze dell’ordine costrette per tutto il giorno a seguire i loro spostamenti sotto la Mole.

Il bilancio degli scontri è di tre ultrà stranieri feriti, nessuno dei quali in gravi condizioni. I disordini seguono quelli dell’andata, quando alcuni sostenitori bianconeri furono aggrediti da ultrà della Dinamo, e quelli ancora più gravi di Siviglia, dove un tifoso bianconero residente in Belgio è stato accoltellato.

Che non fosse una vigilia tranquilla, nonostante una partita priva di significati dal punto di vista sportivo, si era capito sin dalla mattina, quando una cinquantina di ultrà croati ha sfilato per le vie del centro, dalla stazione di Porta Susa fino in piazza San Carlo, il salotto buono di Torino, guardati a vista da polizia e carabinieri in tenuta anti sommossa.

Sul centro anche un elicottero dei carabinieri. In serata davanti allo Stadium gli scontri, quando un gruppo di ultrà croati ha cercato di forzare il cordone di polizia, costretta a intervenire anche successivamente, nella cosiddetta intercinta dello Juventus Stadium, dove si sono registrate tensioni tra gli stessi tifosi della Dinamo.

La calma è tornata soltanto quando la tifoseria è stata fatta entrare allo stadio, al termine degli accurati controlli delle forze dell’ordine, che stanno ora valutando la posizione di alcuni ultrà protagonisti degli incidenti.

To Top