Juventus-Torino, derby della Mole torna il più bello d’Italia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 febbraio 2014 9:34 | Ultimo aggiornamento: 23 febbraio 2014 9:36
Juventus-Torino, derby della Mole torna il più bello d'Italia (LaPresse)

Juventus-Torino, derby della Mole torna il più bello d’Italia (LaPresse)

TORINO – Juventus-Torino ovvero la stracittadina più bella d’Italia. Dopo anni di ‘testa-coda’, e di sfide appiattite dalla differenza dei valori in campo, il derby della Mole è di nuovo sfida da copertina.

Da una parte i bianconeri, lanciati verso la conquista del terzo scudetto, dall’altra i granata, tra le sorprese di questa stagione. Gli ingredienti per trasformare la partita di stasera (18.30) in spettacolo, insomma, ci sono tutti, e anche il clima che si respira in città sembra quello dei bei tempi. Di fronte, allo Juventus Stadium, non solo due delle squadre che stanno mostrando il miglior gioco, ma anche le coppie gol più prolifiche del campionato.

Tevez-Llorente e Cerci-Immobile valgono da soli il biglietto: segnano e divertono, facendo sognare le rispettive tifoserie. Soprattutto quella granata, che da 19 anni non vede vincere la sua squadra contro la Vecchia signora. E che non vede neppure segnarle un gol da 12 lunghissimi anni. Un digiuno interrotto quest’anno solo dalla formazione Primavera. Come all’andata, proprio oggi i baby del Toro hanno battuto i cugini della Juve. Un risultato che la metà granata del cielo torinese spera di buon auspicio.

I più scaramantici fanno gli scongiuri, compresi Conte e Ventura, che – seppure per motivi diversi – anche oggi hanno disertato la conferenza stampa della vigilia. Scelta dettata dalle polemiche con i media, in casa bianconera, pura superstizione per il Toro: quando Ventura ha smesso di parlare, lasciando spazio alle parole di un giocatore, ma al venerdì, sono iniziate le soddisfazioni. E allora meglio non cambiare abitudini proprio ora che, almeno per il Torino, di fronte c’è la partita della stagione.

Una gara da non perdere anche per la Juve: il vantaggio sulla Roma è di quelli che fanno stare tranquilli ma, con i tre punti a vittoria, una distrazione può costare cara e Conte lo sa bene. All’andata finì 1-0 per la sua squadra, con una lunga scia di polemiche per il gol di Pogba in fuorigioco e un intervento da rosso di Immobile – il bomber in comproprietà tra le due squadre – su Tevez, che postò su Twitter le foto della sua caviglia rovinata.

“Non ce l’avevo con lui, ma con chi critica sempre la Juve per gli episodi a favore – ha spiegato oggi l’Apache -. I tifosi del Torino si sono arrabbiati per il nostro gol, che era in fuorigioco, per questo ho postato la foto. Perché si dice sempre che l’arbitro sbaglia a favore della Juventus, così la Juventus vince. Ma io non sono d’accordo”. L’argentino non ha dubbi anche sulla pericolosità della gara:

“Il Toro è squadra forte, all’andata ci ha messo in difficoltà. Sarà una sfida complicata”. La Juve reduce dall’Europa League ritrova Barzagli in difesa, ma non Chiellini, con Caceres preferito a Ogbonna per sostituirlo. Sugli esterni rientrano Asamoah e Lichsteiner, mentre in attacco torna la coppia titolare. In casa granata, invece, la formazione dovrebbe essere la stessa che lunedì ha schiantato il Verona. Spazio quindi all’esperienza di Bovo, in difesa, al posto di Maksimovic. Ed ora su il sipario.