Luciano Moggi: “Juventus doveva vincere a Copenaghen”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 settembre 2013 18:33 | Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2013 18:34
Luciano Moggi "Juventus doveva vincere a Copenaghen" (LaPresse)

Luciano Moggi “Juventus doveva vincere a Copenaghen” (LaPresse)

TORINO – ”Anche se il portiere del Copenaghen ha compiuto parate straordinarie, la Juve certe partite deve vincerle. Una leggera prevalenza c’è stata, ma si è notata una piccola fragilità difensiva che prima non c’era”.

Lo ha detto l’ex dg della Juventus, Luciano Moggi, intervenendo su Qlub radio 89.3.

Chiellini – ha poi aggiunto Moggi, analizzando i dettagli della partita dei bianconeri ieri sera in Danimarca – già contro l’Inter, ha mostrato qualche distrazione di troppo. Juve meno aggressiva? Non credo che la Juve non abbia fame come prima, il problema vero è che Chiellini non è in forma; non è un problema di personalità e di fame. Stesso discorso per Vidal, che risente di un semplice calo di rendimento fisico. La Juve a Copenaghen è stata superiore, ma la sua superiorità non si è concretizzata”.

Sul derby di Roma, in programma domenica, da doppio ex, Moggi non si sbilancia.

La Roma ha preso Garcia, un allenatore molto molto bravo, che sta molto bene a Roma – racconta – e sta dando gli impulsi giusti alla squadra. Un esempio è la condizione di De Rossi, che la dice lunga sul lavoro di Garcia.

Quando l’arbitro ha concesso il rigore contro il Parma, i calciatori hanno chiesto lumi a De Rossi che ha indicato chi doveva battere il penalty. Questi sono segnali importanti, che derivano dalla personalità dell’allenatore”.

“La Lazio – conclude – ha un allenatore che sa il fatto suo, però ha una squadra che, come qualità, è inferiore alla Roma. Tuttavia, nel derby, nulla è dato per scontato e tutto può succedere, ma io vedo i giallorossi favoriti”.