Karamoh come Juan Jesus e Lukaku: post Instagram contro commento razzista

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 29 Ottobre 2019 18:36 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2019 18:36
Karamoh insulto razzista Instagram lo denuncia nelle storie FOTO

Karamoh riceve insulto razzista su Instagram e lo pubblica nelle storie

PARMA – Karamoh scende in campo contro il razzismo. In passato altri calciatori di Serie A, Juan Jesus e Lukaku, avevano utilizzato Instagram per denunciare insulti razzisti nei loro confronti. Ecco cosa ha scritto Karamoh nel suo post Instagram: “Vorrei condividere con voi questo messaggio intollerabile. Il calcio è un sogno per noi giocatori e per voi tifosi, una passione che si tramanda di generazione in generazione. Non importa la vostra frustrazione, questi messaggi non devono esistere”.

Karamoh aveva pubblicato su Instagram il video del suo gol segnato durante Inter-Parma. Rete che è stata apprezzata da entrambe le tifoserie. I tifosi del Parma hanno esultato, quelli dell’Inter hanno apprezzato il gesto del loro ex calciatore di non esultare. Non solo non ha esultato, Karamoh si è anche scusato con i suoi vecchi tifosi alzando le braccia al cielo. 

Anche su Instagram, il suo gol ha messo d’accordo sia i tifosi del Parma che quelli dell’Inter. C’è stato solamente un commento fuori dal coro. Un commento offensivo con emoticon di scimmie, banane ed escrementi. Karamoh non ha voluto rimanere in silenzio ma ha denunciato il tutto attraverso una storia Instagram. 

In passato, avevano utilizzato i social Juan Jesus della Roma e Romelu Lukaku dell’Inter per motivi simili. Lukaku aveva scritto su Instagram dopo aver ricevuto degli insulti razzisti nel corso di Cagliari-Inter, partita che aveva deciso con un gol segnato su calcio di rigore. 

“Nell’ultimo mese molti giocatori hanno subito insulti razzisti – scrive il belga sui social-, a me è capitato ieri. Il calcio è un gioco che deve essere goduto da tutto e non dovremmo accettare nessuna forma di discriminazione che rappresenta una vergogna per il nostro sport. Spero che le federazioni di tutto il mondo reagiscano con forza su tutti i casi di discriminazione“.

“I social media (Instagram, Twitter, Facebook) devono funzionare meglio, così come le società, perché ogni giorno si vedono commenti razzisti sotto i post delle persone di colore… se ne parla da anni ma non si è ancora fatto nulla. Signore e signori, è il 2019, invece di andare avanti stiamo andando indietro e penso che, in quanto giocatori, dobbiamo essere uniti per conservare questo gioco pulito e divertente per tutti”.

Juan Jesus aveva chiesto l’intervento della Roma dopo un commento razzista di un tifoso giallorosso: “Stai meglio al giardino zoologico, li mor… tua un’altra volta. Maledetto scimmione negro”. Pronta la risposta della società giallorossa: “Abbiamo denunciato il tifoso alla polizia postale e lo abbiamo daspato a vita”.