Clamoroso Kompany, lascia il calcio ma salterà la partita di addio. Ecco perché

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Settembre 2019 15:18 | Ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2019 15:18
Kompany salta partita addio calcio

Kompany, ormai ex difensore del Manchester City, nella foto Ansa

MANCHESTER – Vincent Kompany lascia il calcio a soli 33 anni. Il calciatore del Manchester City, che nel corso della sua carriera è stato falcidiato dagli infortuni, ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo. Sta talmente male dal punto di vista fisico che non riuscirà nemmeno a prendere parte alla sua partita di addio. Forse è la prima volta nella storia del calcio che un giocatore non partecipa alla sua gara di addio. 

Vincent Kompany ha comunicato la sua assenza dalla sua partita di addio al calcio ai microfoni di Sky Sport. L’incontro verrà comunque disputato regolarmente perché Kompany lo ha organizzato con fini benefici.

Sfortunatamente non giocherò. È una cosa che mi ha accompagnato per tutta la carriera. Non posso rischiare di peggiorare la situazione. Non posso essere in campo, è incredibile. Giocheremo a Manchester perché è un posto che amo. I miei figli e mia moglie sono di Manchester. Quando ho firmato per il Manchester City capii subito che era un posto vincente. Non posso paragonarmi ai difensori centrali di ora, la mia carriera è stata differente. Virgil Van Dijk non ha giocato insieme a calciatori come Terry e Ferdinand, ma le partite che ha giocato ultimamente dimostrano che sarà al top per lungo periodo. Al Liverpool c’è stato un prima e un dopo Virgil Van Dijk”

“Per essere un leader e un capitano bisogna prendersi cura della squadra più di quanto lo faresti per te. La perdita di Laporte per il City è grande. I grandi giocatori servono nelle partite importanti. Il City in questi 11 anni è cambiato molto: quando ero nel club, ma anche nell’ultimo anno. Quello che è rimasto sono i valori. Sono onorato di aver fatto parte di questo club” (la fonte è Sky Sport).