L’Aquila, guidava bus finito contro albero: rugbista di 20 anni muore dopo coma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 febbraio 2014 9:08 | Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2014 9:10
L'Aquila, guidava bus finito contro albero: rugbista di 20 anni muore dopo coma

Salvatore Di Padova, il ragazzo di 15 anni morto nell’incidente (Foto da Fb)

L’AQUILA  – Il giovane rugbista di 20 anni che guidava il pulmino finito contro un albero lo scorso 18 gennaio è morto la sera del 7 febbraio all’ospedale San Salvatore dell’Aquila. Il ragazzo, che era alla guida del bus, era indagato per omicidio colposo per la morte di Salvatore Di Padova, rugbista di 15 anni.

Salgono così a due le vittime del tremendo impatto del pulmino che lo scorso 18 gennaio finì contro un albero sulla strada dell’Altopiano delle Cinquemiglia.Il ragazzo è morto a 21 giorni dall’incidente, ma da subito le sue condizioni erano apparse gravissime.

Quel giorno nell’impatto morì sul colpo un altro giovanissimo rugbista, il 15enne Salvatore, chiamato Sasà. Quel giorno guidava lui al posto del padre di Salvatore che si trovava su un altro mezzo dietro al pulmino e non poteva mettersi al volante per un problema al ginocchio, come raccontato nei giorni successivi da alcuni amici.7

Sul pulmino viaggiava la squadra giovanile del Sulmona rugby di ritorno dopo un torneo dimostrativo sulla stazione sciistica di Pizzalto (L’Aquila). Nell’incidente sono rimasti feriti altri sei ragazzi.