Lazio-Bologna, striscione per De Rossi: “Nord saluta fiero nemico”. Resto dello stadio fischia

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 Maggio 2019 21:30 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2019 22:18
Lazio-Bologna, striscione per De Rossi: "Nord saluta fiero nemico"

Lazio-Bologna, striscione per De Rossi: “Nord saluta fiero nemico” (fermo immagine Sky Sport)

ROMA – Nel corso di Lazio-Bologna, posticipo del lunedì del campionato italiano di calcio di Serie A, i tifosi della Curva Nord della Lazio hanno voluto salutare l’addio di Daniele De Rossi alla Roma con uno striscione: “La Nord saluta Daniele De Rossi. Fiero ed irriducibile nemico sul campo. CN 12”. La frangia più calda del tifo biancoceleste aveva fatto lo stesso anche con Francesco Totti (qui la foto). Lo striscione per De Rossi non è stato gradito dal resto dello stadio che ha fischiato l’iniziativa della Curva Nord. 

Lazio, i tifosi salutano Daniele De Rossi. Avevano fatto lo stesso anche con Totti. 

L’addio di Daniele De Rossi alla Roma, così come quello di Francesco Totti, ha fatto discutere tutto il mondo del calcio. Quando una bandiera saluta la sua squadra del cuore, fa rumore. Tutto è ampliato se questo addio è deciso in maniera unilaterale dal club. Francesco Totti, che comunque aveva già superato i quaranta anni, ha deciso di abbozzare accettando la decisione del club e continuando la sua carriera nella Roma come dirigente.

La stessa decisione non è stata presa da Daniele De Rossi. Il capitano giallorosso voleva continuare a giocare a calcio nella sua squadra del cuore ma non gli è stato permesso. Per questa ragione, Daniele De Rossi ha rifiutato un incarico da dirigente e ha deciso di continuare la sua carriera da calciatore altrove dopo 18 anni di militanza tra le fila giallorosse.