Lazio denuncia minacce ai giocatori: “Perdete la Coppa Italia o…”

Pubblicato il 25 Maggio 2013 16:09 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2013 20:11
Lo striscione di minaccia a Trigoria

Lo striscione di minaccia a Trigoria

ROMA – Telefonate a casa. Quante non è dato saperlo, ma telefonate tutte con un medesimo  messaggio: “Perdete la finale di Coppa Italia oppure….” I giocatori della Lazio hanno ricevuto delle telefonate di minaccia sulle proprie utenze private per perdere la finale di Coppa Italia con la Roma in programma domani all’Olimpico.

Lo ha denunciato in conferenza stampa il responsabile della comunicazione biancoceleste, Stefano De Martino. La comunicazione arriva il giorno successivo ad un altro minaccioso striscione comparso a Trigoria, sede del centro sportivo della Roma. Sullo striscione la scritta: “O Coppa o morto”.

‘Rispetto alle notizie circa le minacce ricevute dai giocatori sulle proprie utenze, la società insieme ai diretti interessati, ha informato le autorita’ competenti dell’accaduto” ha detto il responsabile della comunicazione della Lazio, Stefano De Martino, prima della conferenza stampa del tecnico Vladimir Petkovic e del capitano Stefano Mauri, alla vigilia della finale di Coppa Italia tra i biancocelesti e la Roma

”Per ora non ci sono ancora sviluppi – ha aggiunto De Martino nella sala stampa dell’Olimpico -, qualora ci fossero non esiteremo a darne comunicazione”.

Il piano sicurezza per domenica. E’ già scattato nella Capitale il piano sicurezza disposto dalla Questura di Roma in vista della finale derby di Coppa Italia, domenica  tra Roma e Lazio. Dalle 13 di sabato l’area dello stadio Olimpico è presidiata in via preventiva, con bonifiche che si alterneranno fino a domenica. In azione sono entrate le unità cinofile e specializzate per controlli ‘random’ in tutta la zona attorno all’Olimpico.

Duemila agenti. Saranno oltre duemila gli uomini delle forze dell’ordine impiegati per la sicurezza domani nella Capitale, in vista del derby-finale di Coppa Italia tra Roma e Lazio. Oltre ai rinforzi di vari corpi delle forze dell’ordine in arrivo da tutta Italia, è previsto il ‘massiccio impegno di tutti i commissariati della Questura di Roma e delle provincia’. L’attenzione è focalizzata soprattutto nel dopo partita quando, a partire dalla prima serata, durante i festeggiamenti migliaia di persone si riverseranno nella città.

Lotito: Già denunciato tutto ieri. ‘Le minacce sono arrivate ieri a 3-4 giocatori. La Lazio ha già denunciato tutto, la formalizzazione avverrà però dopo la partita’. Claudio Lotito conferma all’Ansa la posizione della società biancoceleste sulla vicenda che agita la vigilia del derby. ‘Sono degli scriteriati, i tifosi veri diano vita a una festa di sport’, aggiunge.