Lazio-Juventus, Sarri: “Gara condizionata dagli episodi. Cristiano Ronaldo in crescita”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Dicembre 2019 23:38 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2019 23:38
Lazio-Juventus, Sarri: "Gara condizionata dagli episodi. Cristiano Ronaldo in crescita"

Lazio-Juventus, Sarri nella foto Ansa

ROMA – Le dichiarazioni rilasciate da Maurizio Sarri ai microfoni di Sky Sport dopo Lazio-Juventus, partita che ha segnato la sua prima sconfitta sulla panchina dei bianconeri dopo venti gare disputate: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, uno dei migliori della stagione perché abbiamo mosso la palla molto bene e abbiamo sfiorato il due a zero con Ronaldo. Abbiamo avuto la responsabilità di prendere il gol a fine primo tempo, se andavamo a riposo in vantaggio, la partita sarebbe potuta cambiare. Poi nella ripresa, ci sono stati tanti episodi, tutti a nostro sfavore.

La cosa più grave non è la sconfitta ma essere usciti dal campo con squalificati ed infortunati. Emre Can ha giocato male? Non è facile sostituire Bentancur, lui sta lottando per tornare quello dell’anno scorso. Cristiano Ronaldo è in grande crescita, questo è un aspetto molto positivo. Come scelgo il tridente titolare? In base all’avversario ed in base alla condizione fisica degli attaccanti.

Non mi piace la sensazione che ho spesso, ovvero che possiamo fare meglio. Non tanto stasera ma parlo in generale. Possiamo giocare meglio, con maggiore continuità. La difesa? Qualcosa da migliorare c’è sicuramente ma va detto che senza Chiellini non è stato facile registrare una linea difensiva nuova. Anche la Lazio per lo scudetto? Può darsi se acquisiscono continuità. Ronaldo, Higuain e Dybala insieme? Questo trio non ci dà equilibrio ma in alcuni casi possono giocare insieme”.

Il tabellino di Lazio-Juventus 3-1, partita valida per la quindicesima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic (90′ Caicedo), Leiva, Luis Alberto (76′ Parolo), Lulic; Correa, Immobile (85′ Cataldi). A disp: Proto, Guerrieri, Vavro, Bastos, Silva, Jony, André Anderson. All.: Simone Inzaghi.

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Bentancur (40′ Emre Can), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (71′ Danilo); Dybala (79′ Higuain), Ronaldo. A disp: Buffon, Pinsoglio, Rugani, Demiral, De Sciglio, Rabiot, Muratore, Portanova, Pjaca. All.: Maurizio Sarri.

Arbitro: Michael Fabbri (Ravenna)

Marcatori: 25′ Ronaldo (J), 45’+1 Luis Alberto (L), 74′ Milinkovic (L), 90′ + 5 Caicedo (L)

Ammoniti: Luis Alberto, Lazzari, Leiva, Caicedo (L) Pjanic, Dybala, Szczesny (J)

Espulso: al 69′ Cuadrado (J).

Note: al 79′ Szczesny (J) ha parato un rigore a Ciro Immobile.