Lazio-Spal 3-0, Immobile gol e show. In rete anche Caicedo e Rossi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 luglio 2018 20:20 | Ultimo aggiornamento: 28 luglio 2018 20:20
Lazio-Spal 3-0, Immobile gol e show. In rete anche Caicedo e Rossi

Lazio-Spal 3-0, Immobile gol e show. In rete anche Caicedo e Rossi
ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

AURONZO DI CADORE – Il ritiro della Lazio ad Auronzo di Cadore si chiude nel segno del suo bomber, Ciro Immobile. È dell’attaccante infatti il gol – con un perfetto pallonetto – che nella ripresa permette ai biancocelesti di sbloccare l’amichevole con la Spal, finita poi 3-0 in virtù delle reti di gara di Caicedo e Rossi arrivate proprio nei minuti conclusivi dell’incontro. Prima di scendere in campo Simone Inzaghi si è presentato in sala stampa per un punto generale a questo punto del precampionato [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

“Abbiamo fatto una buonissima preparazione, i ragazzi hanno lavorato molto bene. L’unica pecca è che in questi 3-4 giorni sono mancati Strakosha e Marusic che per noi sono elementi importanti. Lo stesso Berisha si è dovuto fermare, speriamo di riaverli in gruppo con il rientro a Roma” sottolinea il tecnico, che si è dichiarato “molto soddisfatto del mercato” svolto dal ds Tare.

“Abbiamo preso giocatori importanti, che potranno aiutarci, che potranno darci nel momento necessario le energie fresche che forse ci sono mancate negli ultimi due anni, in determinati momenti – ricorda Inzaghi -. Badelj è un acquisto importante, è di caratura, viene con entusiasmo, vediamo cosa dirà il campo. Ci mancava nello scacchiere di metà campo. Gomez l’avevo chiesto come sostituto di Felipe Anderson, ne abbiamo parlato, abbiamo preso Correa. è un giocatore importante, giovane, ha grandissima qualità fisiche e tecniche”.

Il tutto in attesa di capire cosa sarà di futuro di Milinkovic: “Su di lui si sentono e leggono tante voci. La sua permanenza per noi sarebbe importantissima, è uno che cambia le partite, vedendo come si sono rinforzate le altre sarà difficile rimanere con loro senza di lui”. Insomma, a tenere banco è la situazione legata al gioiello biancoceleste. “Ho parlato con Sergej e con la società, lui sarebbe voluto arrivare addirittura qui per unirsi alla squadra – rivela l’allenatore – ma gli ho detto di stare in vacanza un paio di giorni in più. Si aggregherà da lunedì, l’ho sentito sereno, sta bene a Roma e coi compagni, poi il mercato rimarrà aperto fino alla vigilia del campionato e tutto può succedere. Speriamo resti con noi”.

Per quanto riguarda gli obiettivi della Lazio Inzaghi non si sbilancia: “Non sono abituato a fare promesse, penso a lavorare giorno dopo giorno. Al di là della Juve siamo gli unici ad aver vinto un trofeo. Quello che sarà lo vedremo presto”.