Curva Nord Lazio: “Con la Roma un divario incolmabile”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 settembre 2014 12:48 | Ultimo aggiornamento: 10 settembre 2014 12:48
Curva Nord Lazio: "Con la Roma un divario incolmabile"

La Curva Nord della Lazio

ROMA – “Il nostro ritorno alla stadio non è un passo verso il presidente, ma verso i tifosi”. Ecco il motivo che ha spinto la Curva Nord a tornare allo stadio Olimpico.

Una scelta, quella del tifo caldo della Lazio, non facile come hanno spiegato alcuni esponenti a Radio Sei: “Abbandonare lo stadio è stata una decisione molto sofferta. Lo abbiamo fatto non per questioni tecnico-tattiche ma perché non ci è stato permesso di esporre i nostri ’10 perché a Lotito, le 10 domande, in occasione di Lazio-Milan. Così, dopo ripetuti attacchi anche a livello personale, abbiamo dato un segnale forte mostrando come il popolo laziale fosse unito”.

Da quel giorno, il presidente Lotito ha provato a ricucire lo strappo con una serie infinita di comunicati anche se i leader della Nord, vorrebbero maggiore attenzione verso la squadra: “Ci piacerebbe vedere un presidente che anziché pensare ai propri interessi personali, pensasse alla Lazio. Il nostro ritorno alla stadio non è un passo verso di lui. Sarà un anno particolare, la squadra non è in grado di fronteggiare la Roma sul campo anche per colpa di questa dirigenza: un’annata giusta dall’altra parte del Tevere rischia di farci soccombere a livello mediatico”.

Da qui è arrivata la scelta di tornare allo stadio, pur senza fare l’abbonamento: “Senza Europa e senza tessera, non potendo andare in trasferta, sarebbe stato un anno di nulla. Abbiamo ragionato di gruppo”.