Galatasaray-Lazio in diretta tv su SportItalia: Zarate e Hernanes cercano il gol

Pubblicato il 4 agosto 2012 0:02 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2012 0:02

Zarate (LaPresse)

ROMA Lazio-Galatasaray verrà trasmessa in diretta tv da SportItalia alle ore 21; test molto importante per l’allenatore Petkovic per vedere a che punto è la preparazione della sua squadra. Le formazioni della partita.

Galatasaray SK 4-1-3-2 : Muslera, Ujfalusi, Semih, Hakan, Eboue, Melo, Amrabat, Hamit, Selçuk, Elmander, Burak.

Lazio  4-2-3-1 : Marchetti, Konko, Biava, Dias, Lulic, Cana, Ledesma, Candreva, Hernanes, Zarate, Floccari.

La Lazio nella sua ultima amichevole ha battuto il Nuova Circe, formazione militante in Eccellenza, per 4-0 in un’amichevole disputata a San Felice Circeo. Biancazzurri in vantaggio con Rocchi al 32′ del primo tempo, raddoppio di Onazi al 10′ della ripresa. Tre minuti dopo il tris siglato Alfaro prima che Floccari al 25′ sigli il 4-0 finale.

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito, preferisce “non fare dietrologie” come il suo collega del Napoli Aurelio DeLaurentis, che si è lamentato per il calendario della serie A della prossima stagione, che vede il Napoli scontrarsi contro la Roma nell’ultimo turno. La Lazio però alla 12esima giornata affronterà il derby con la Roma e nella 13esima di campionato giocherà a Torino contro la Juve.

“Non è un passaggio favorevole perché quando uno nel derby ha dato tutto” può avere “un atteggiamento di “diminuzione della tensione agonistica”, spiega il patron dei capitolini a margine del sorteggio svoltosi a Milano.

Lotito però asupica che la squadra riesca ad “approcciare queste gare come approccerà altri momenti più favorevoli”.

Per il prossimo anno la Lazio dovrà “partire con il piede giusto – spiega Lotito – perché al di là della rosa sulla carta, bisognerà dimostrare sul campo i propri valori” soprattutto con “spirito coeso e volitivo, ma allo stesso tempo umile”. Il presidente dei biancocelesti dice di non essere preoccupato per le sconfitte in amichevole contro Siena e Torino perché “sono due partite di ritiro” ma è convinto che “la squadra possa fare meglio ed è capace di fare meglio”.

“Mauri e Sculli? Da quanto emerge, credo ci sia stato un allarmismo eccessivo, non parliamo di orchi visti male dagli altri compagni. Poi la storia dirà chi ha avuto ragione”.