Sport

Leandro Cantamessa lascia il Milan, eroe dell’era Berlusconi

leandro-cantamessa-milan

Leandro Cantamessa lascia il Milan, eroe dell’era Berlusconi

MILANO –  Lascia il Milan anche l’ultimo storico dirigente che ha attraversato tutta l’era berlusconiana. Leandro Cantamessa, infatti, da oggi non è più il legale rossonero.

Era nell’aria che il rapporto potesse concludersi alla fine dell’anno, e oggi la fine è stata formalizzata dall’amministratore delegato Marco Fassone.

Docente di diritto sportivo ed esperto in materia di diritti tv, Cantamessa, è stato attivo all’interno del Milan dal febbraio 1984, quindi prima dell’avvento di Silvio Berlusconi, facendo a lungo parte del cda rossonero.

Con il passaggio di proprietà al cinese Li Yonghong e l’insediamento della nuova dirigenza, ad aprile è rimasto al Milan conservando il ruolo di legale: ha continuato a seguire le vicende della Lega Serie A (partecipando fra l’altro alla stesura dell’ultimo bando per la vendita dei diritti tv e a quella del nuovo statuto) e ha curato fra le altre cose la richiesta di voluntary agreement del club, su cui la Uefa si esprimerà nei prossimi giorni.

Il nome di Cantamessa negli ultimi mesi è stato inserito fra i papabili per la presidenza della Lega Serie A, che domani per l’ennesima volta tenterà di eleggere la nuova governance.

To Top