Lecce-Bari a porte chiuse, il sindaco Emiliano fa il “baby sitter”: “Accompagno io i tifosi biancorossi”

Pubblicato il 29 Dicembre 2010 18:57 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2010 19:12

”Sono disposto ad accompagnare personalmente i tifosi del Bari e stare con loro in tribuna, anche perché da tutte le loro organizzazioni ho avuto rassicurazioni che nulla sarebbe accaduto e nulla accadrà se questo scellerato provvedimento venisse ritirato”. Lo afferma il sindaco di Bari, Michele Emiliano, a proposito della decisione di far disputare a porte chiuse il derby Lecce-Bari del 6 gennaio prossimo.

”Aggiungo inoltre – dice ancora Emiliano – che non corrisponde ad alcuna reale previsione il numero di 17 mila tifosi in trasferta, evidentemente diffuso solo per impressionare i non addetti ai lavori. La tifoseria organizzata prevede di non superare le 4-5 mila unità e quella non organizzata non andrà oltre le 2-3 mila unità, e tra queste i soggetti da tenere d’occhio non sono più di qualche decina. Rimango a disposizione del Ministero dell’Interno nelle prossime ore per dare il mio contributo”.