Lecce-Bari a porte chiuse: nel 2008 i tifosi biancorossi combinarono di tutto

Pubblicato il 29 Dicembre 2010 18:52 | Ultimo aggiornamento: 29 Dicembre 2010 19:58

Lecce-Bari del 6 gennaio si giocherà a porte chiuse per motivi di sicurezza: l’ultimo derby Lecce-Bari era stato disputato il 17 maggio 2008 quando le due squadre erano in serie B. La partita si concluse con la vittoria del Bari 2-1. Gli ultrà del Bari si scatenarono con devastazioni e una invasione di campo e nove di loro furono denunciati per danneggiamento aggravato dei servizi igienici collocati alla curva sud, per aver invaso il terreno di gioco nel corso della manifestazione sportiva e per accensione di materiale pericoloso.

Il sottosegretario all’interno Alfredo Mantovano disse qualche giorno dopo: ”E’ evidente che quello che è successo sabato a Lecce impedirà ai tifosi baresi di compiere trasferte a Lecce per un bel po’ di tempo”. Mantovano parlò anche di una ”misura di prevenzione dell’ordinamento che si realizza di fronte a comportamenti di tale grado non di barbarie, perché sarebbe fare un torto ai barbari ma di inselvatichimento”.

Ci fu anche uno strascico di polemica politica tra il sindaco di Bari, Michele Emiliano, e lo stesso Mantovano (che è leccese) per i termini usati da quest’ultimo per definire gli atti dei tifosi baresi.