Lecce e Parma pareggiano 1-1: prima Jeda, poi Crespo

Pubblicato il 22 Settembre 2010 23:09 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2010 23:11

Lecce-Parma 1-1, gol: Jeda 31′. Crespo 69′.

Lecce e Parma pareggiano per 1-1 al termine di una partita bella ed equilibrata.

I padroni di casa si spingono in avanti e riescono a portarsi in vantaggio grazie ad una rete di Jeda su calcio di rigore.

Nella ripresa i biancoblù non si perdono d’animo e riescono a fare 1-1 con una zampata dell’implacabile Hernan Crespo.

Introduzione alla partita:

Obiettivo: vincere. Per entrambe. Lecce e Parma cercano a tutti i costi i tre punti in una serata assai delicata. La sconfitta incassata a Cesena in superiorità numerica ha lasciato molti malumori nell’ambiente giallorosso, desideroso di rifarsi tra le mura amiche. Dieci giorni fa un guizzo di David Di Michele fece esplodere il ‘Via del Mare’ e punì la Fiorentina. Mister De Canio spera di assistere ad un nuovo successo interno contro il Parma di Pasquale Marino. Anche i gialloblù hanno dato avvio al proprio campionato in modo altalenante: vittoria contro il Brescia, sconfitta a Catania, pari interno con il Genoa. Per consolidare ambizioni d’alta classifica urge una netta affermazione in campo esterno. Uscire da Lecce con i tre punti in tasca sarebbe un indubbio segnale di forza e maturità da parte dei ducali.

LECCE – L’undici iniziale non dovrebbe prevedere particolari sorprese. Le assenze dell’infortunato Reginiussen e dello squalificato Munari costringono De Canio a due cambi forzati: in difesa spazio a Fabiano accanto a Ferrario, con Rispoli e Giuliatto schierati sulle fasce. Giacomazzi sarà il pilastro davanti alla difesa, con Vives e Di Michele larghi e i due sudamericani Piatti e Grossmuller alle spalle dell’unica punta.

Appaiono in calo le quotazioni di Corvia, ancora in non brillanti condizioni fisiche. Il tecnico giallorosso potrebbe lanciare dal primo minuto il brasiliano Jeda, ex Cagliari. Confermato il turno di riposo a Chevanton.

Vigilia di Lecce-Parma e in conferenza stampa si presenta, come di consueto, il tecnico gialloblù Pasquale Marino. Il tecnico apre al turnover in vista della gara coi giallorossi e analizza con precisione le prime tre gare di campionato. Dove, a detta di molti, i parmensi hanno raccolto meno del dovuto.

La fatica si farà sentire e allora ecco che Marino annuncia qualche cambio, anche se non fa nomi: “Sicuramente qualcosa, senza stravolgere più di tanto la squadra, cambierà. Serve soprattutto per gestire le energie. La gestione delle forze dipenderà da come stanno le tre punte, dal fatto che abbiano recuperato bene o meno. Chiaramente qualche alternanza ci sarà, ma senza esagerare.”

Uno sguardo agli avversari, il Lecce di Gigi De Canio, che nonostante le due trasferte in tre partite merita il rispetto di Marino: “Al Via del Mare il Lecce ha già battuto la Fiorentina, anche se fuori hanno ottenuto due sconfitte. Il Lecce sarà spinto dall’entusiasmo del pubblico. I giallorossi hanno giocatori davanti molto veloci, ed il loro organico è buono, condito da un pizzico di entusiasmo classico di una matricola. Dal punto di vista dell’agonismo noi dovremo essere al 100%”.

Marino si sofferma poi ad analizzare come si è evoluto il campionato degli emiliani nelle prime giornate. Ed emerge una certa soddisfazione, anche se con un pò di rammarico che deve essere lo sprone a lavorare di più. Soprattutto in fase offensiva: “Credo che le conclusioni siano venute meno solo nell’ultima gara contro il Genoa, perché a Catania e con il Brescia abbiamo creato tantissimo. In questo senso, però, noi dobbiamo assolutamente migliorare, perché se passiamo tanto tempo nella trequarti avversaria, dobbiamo essere bravi a sfruttare gli inserimenti. Arriviamo spesso sulla linea di fondo, ma realizziamo poco.”

Per la piccola Giorgia Pagano, la bambina di due anni affetta da una rara malattia dell’apparato digerente nota come sindrome di Berdon, le squadre del Lecce e del Parma, che oggi si affronteranno nel campionato di serie A, sono quelle della città natale, la prima, e della città che, negli ultimi tempi, l’ha adottata per tenerla in cura, la seconda.
Così oggi, in occasione dell’incontro di calcio Lecce-Parma, la città salentina si stringerà ancora una volta intorno alla piccola concittadina che, per essere curata, necessita di un delicatissimo e costosissimo trapianto multiorgano da eseguire negli Stati Uniti.

Alle 21, nel teatro Don Bosco (Salesiani), sarà messo in scena uno spettacolo di beneficenza intitolato Magica notte: musica & sport. Uniti per la piccola Giorgia, alle ore 21 al Teatro Don Bosco (Salesiani) di Lecce. Presenteranno la serata, patrocinata dal Comune di Lecce, Dora Pisanello e il cabarettista Ciakky da Zelig, mentre saranno ospiti numerosi cantanti. Ma il momento più ‘fortè sarà l’arrivo, a partita ormai conclusa, dei giocatori del Lecce e del capitano del Parma, Stefano Morrone (che posticiperà appositamente il rientro in Emilia), che insieme ai cantanti daranno vita ad un’asta di magliette e altri oggetti.

«Ci tengo a dire – spiega Elisa Barone, la mamma di Giorgia – che non sarà una serata statica, con la rigida esibizione degli ospiti secondo scaletta, ma uno spettacolo dinamico pieno di improvvisazioni, di risate e di musica. Qualcosa di diverso dal solito con il costante coinvolgimento del pubblico».

Elisa e Giorgia saranno presenti in sala, insieme al sindaco di Lecce, Paolo Perrone. hanno confermato la loro presenza anche Emma Marrone e Pierdavide Carone.

Il costo del biglietto per assistere allo spettacolo è di 10 euro e il ricavato della serata sarà interamente devoluto alle cure della bimba e al finanziamento dell’intervento negli Stati Uniti.