Lega Nord, contabile Helga Giordano: “Alcune spese non venivano registrate”

Pubblicato il 11 Aprile 2012 21:49 | Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2012 22:29

ROMA, 11 APR – ''Questo sicuramente avveniva. Alcune spese sopportate dal partito non venivano compiutamente contabilizzate''.

E' quanto ha spiegato ai magistrati – che l'hanno sentita come persona informata dei fatti – Helga Giordano, che lavora nell'amministrazione centrale della Lega Nord, come risulta dai verbali.

''In amministrazione centrale della Lega lavoravano i seguente dipendenti – afferma Giordano -: il tesoriere al vertice, che aveva rapporti diretti con il capo indiscusso del partito, Bossi, poi la Dagrada (dirigente amministrativa, ndr) e sotto di essa io''. La donna spiega che il suo ''compito era quello di inserire nella contabilita' centralizzata della Lega tutti i dati contabili (estratti conto, fatture) che ci venivano trasmessi dalle diverse sedi regionali''. ''Preciso che questa documentazione amministrativo-contabile – aggiunge – era prima visionata dalla Nadia Dagrada''. ''La Dagrada aveva un ruolo importante nella Lega in quanto, essendo stata da sempre o almeno da quando l'ho conosciuta, l'assistente del tesoriere del partito''.

Riguardo a operazione ''non compiutamente contabilizzate'', ''la Dagrada selezionava, specie negli ultimi tempi, una serie di fatture che, anziche' passarmi perche' le contabilizzassi, se le tratteneva lei''.