Lega Serie A nel caos, Gaetano Miccichè si è dimesso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Novembre 2019 15:44 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2019 16:09
Lega Serie A nel caos, Gaetano Miccichè si è dimesso

Gaetano Miccichè (foto ANSA)

MILANO – “Le indiscrezioni di oggi apparse sui giornali relative alla chiusura dell’istruttoria sulla mia nomina avvenuta 20 mesi fa e al suo possibile esito sono inaccettabili e mi impongono questa decisione”. Così, attraverso una nota, Gaetano Miccichè, motiva le sue “immediate dimissioni” dalla carica di presidente della Lega di Serie A.

“Non voglio entrare nel merito dello svolgimento dell’assemblea che mi ha eletto. Io non ero presente. Leggo solo un verbale firmato per accettazione da tutti gli azionisti presenti alla riunione alla quale hanno partecipato anche professionisti autorevoli e competenti come Gerardo Mastrandrea, Ruggero Stincardini, Ezio Simonelli, Paolo Nicoletti e il notaio Giuseppe Calafiori che, ognuno nel proprio ruolo, hanno vigilato sul corretto svolgimento dell’assemblea e nulla hanno avuto da eccepire”, aggiunge Miccichè le cui dimissioni avvengono in ogni caso prima di qualsiasi provvedimento della procura sportiva. 

All’origine della decisione c’è la presunta irregolarità dell’assemblea del 19 marzo 2018 con la quale Micciché venne eletto come presidente della Lega Serie A. Irregolarità sollevata dal numero uno del Genoa, Enrico Preziosi, che aveva parlato di “non correttezza” della procedura di un’elezione che avrebbe dovuto avvenire con scrutinio segreto e fu invece sancita per acclamazione. Secondo quanto previsto dallo statuto, Miccichè avrebbe dovuto essere eletto all’unanimità per evitare il conflitto di interessi di chi ha ricoperto incarichi in istituzioni private di rilevanza nazionale in rapporto con i club o i loro gruppi di appartenenza, ma lo scrutinio fu anticipato dalle dichiarazioni pubbliche di voto.

Fonte: AGI.