Lega-Tavecchio compra a 20 milioni palazzo che 20 giorni prima ne costava 11

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2014 11:24 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2014 11:24
Lega-Tavecchio compra a 20 milioni palazzo che 20 giorni prima ne costava 11

Lega-Tavecchio compra a 20 milioni palazzo che 20 giorni prima ne costava 11

ROMA – Lega-Tavecchio compra a 20 milioni palazzo che 20 giorni prima ne costava 11. Un bel palazzo romano con affaccio su Piazza del Popolo il 23 gennaio 2008 è stato venduto per 11 milioni di euro dalla società immobiliare Beni Stabili alla società Vispa 07: tre settimane dopo, il 14 febbraio, lo stesso palazzo è di nuovo passato di mano, questa volta per 20 milioni. A firmare il contratto di acquisto fu Carlo Tavecchio, attuale e discusso (per le frasi razziste) presidente della Federcalcio, al’epoca dei fatti capo della Lega Nazionale Dilettanti.

L’Espresso, che ha scovato la notizia, parla di un caso “Pala-Tavecchio”. L’interessato si difende, “abbiamo fatto un investimento che, oggi, è già rivalutato, non sono soldi pubblici ma frutto de marketing”. La Lega Dilettanti, al pari di altre federazioni sportive, non pubblica sul web il suo bilancio. La società Vispa 07 è stata creata pochi mesi prima da Cesare Anticoli, non è dato sapere chi siano i soci.

“Noi abbiamo comprato da Cesare Anticoli, un famoso immobiliarista romano, e non da Beni Stabili – ha dichiarato il presidente della Figc all’Ansa – Quando ho letto sul giornale che il palazzo era in vendita mi sono rivolto al signor Anticoli. Abbiamo fatto un investimento che già oggi è super rivalutato. Quando ho comprato – ricostruisce Tavecchio – c’era una società che vendeva facente capo ad Anticoli, io non so nemmeno chi sia Beni Stabili. Io ho letto dell’offerta sul giornale, a me quell’operazione non l’ha offerta nessuno”.