Follia in Libertadores, Boca autorizzato a schierare calciatori positivi al coronavirus

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 15 Settembre 2020 20:58 | Ultimo aggiornamento: 15 Settembre 2020 20:58
Follia in Libertadores, Boca autorizzato a schierare calciatori positivi coronavirus

Follia in Libertadores, Boca autorizzato a schierare calciatori positivi al coronavirus (foto Ansa)

Follia in Copa Libertadores, Boca autorizzato a schierare calciatori positivi al coronavirus.

Mentre in Europa si rinviano le partite per il coronavirus, in Copa Libertadores il Boca potrà giocare schierando anche i suoi calciatori positivi.

Decisione folle da parte della Conmebol (organizzatrice del torneo) e del ministero della Salute paraguaiano (infatti la partita si giocherà in Paraguay).

Quindi il Boca non solo giocherà con calciatori positivi, ma potrà anche viaggiare dall’Argentina al Paraguay.

Ricordiamo che il Boca ha ben 18 calciatori positivi al coronavirus. Otto sono asintomatici ma dieci hanno sintomi (seppur lievi…).

Mentre nel resto del mondo si pone la maggiore attenzione per evitare i contagi da coronavirus, in Sud America permettono ai malati di spostarsi da Nazione a Nazione e di scendere addirittura in campo.

E cosa dicono gli avversari?

Il Libertad, avversario del Boca Juniors in quella che è praticamente la Champions League del Sud America, non l’ha presa per niente bene.

Il club è indignato dalla decisione presa sia dalla Conmebol (che è la Uefa sudamericana) che dal ministero della salute del Paraguay.

Il Libertad non ha ancora fatto sapere se sarà o meno della partita ma ha già annunciato il ricorso. La nota stampa del club paraguaiano è pubblicata sulla Gazzetta dello Spot.

“Ricorso immediato contro una decisione che mette a rischio la salute non solo dei giocatori ma anche dell’intera popolazione paraguaiana” (fonte La Gazzetta dello Sport).