Lione, Depay contro tifoso razzista: strappa striscione VIDEO

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 12 Dicembre 2019 18:22 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2019 18:22
Lione, Depay contro tifoso razzista: strappa striscione VIDEO

Lione, Depay si scaglia contro il tifoso razzista (fermo immagine da YouTube)

LIONE (FRANCIA) – Impresa del Lione. La squadra francese ha pareggiato contro il Lipsia e si è qualificata agli ottavi di finale di Champions League staccando, solamente di un punto, il Benfica e lo Zenit di San Pietroburgo. Dopo il fischio finale dell’arbitro, i calciatori del Lione hanno iniziato a festeggiare questo importantissimo traguardo ma le loro celebrazioni sono state rovinate da uno striscione razzista che offendeva il loro difensore Marcelo.

Striscione che non è stato esposto dagli avversari ma dai stessi tifosi del Lione. La contestazione nei confronti di Marcelo Antônio Guedes Filho va avanti da diverso tempo. Il calciatore è talmente stufo di questi insulti razzisti da aver chiesto la cessione. A sua difesa, è sceso in campo il Nazionale Olandese Depay. Non appena ha visto questo striscione, Depay è corso verso il tifoso razzista e glielo ha strappato dalle mani. 

Probabilmente Depay avrebbe fatto anche altro senza il pronto intervento del servizio di sicurezza dello stadio di Lione. Memphis Depay nasce il 13 febbraio 1994 da padre ghanese, Dennis Depay, e madre olandese, Cora Schensema, a Moordrecht nell’Olanda Meridionale. Il rapporto fra il padre e la madre è sempre stato burrascoso, e quando Memphis aveva 4 anni il padre decise di abbandonarli.

Ha molti tatuaggi sparsi su tutto il corpo, incluso uno dedicato al nonno, venuto a mancare pochi giorni prima del suo quindicesimo compleanno, sul braccio sinistro. Il suo singolo su YouTube No Love ha superato 9 milioni di visualizzazioni (fonte Wikipedia, video YouTube).