Lionel Messi è triste ma non preoccupato: “Quante bugie su di me..”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 novembre 2013 21:01 | Ultimo aggiornamento: 17 novembre 2013 21:01
Lionel Messi è triste ma non preoccupato Quante bugie su di me.. (LaPresse)

Lionel Messi è triste ma non preoccupato Quante bugie su di me.. (LaPresse)

BUENOS AIRES, ARGENTINA – ”Triste” anche se non ”preoccupato”: cosí si sente in questi giorni Leo Messi, infortunatosi qualche giorno fa, terzo infortunio muscolare episodio dall’inizio dell’anno.

Sono triste perche’ non me lo aspettavo”, sottolinea la ‘Pulce’ in un’intervista al quotidiano argentino Olé, nella quale precisa di sentire d’altra parte anche ”rabbia perche’ si tratta di un infortunio capitato proprio dopo un altro”.

”Ma, e lo dico sul serio, non sono preoccupato, questo infortunio e’ successo perche’ doveva succedere. Non c’e’ niente di strano dietro ne’ niente da cercare”, assicura ancora il goleador del Barcellona e dell’Argentina, proprio mentre alcuni media locali ricordano i dieci anni dal debutto nel club catalano della Pulce, il 16 novembre del 2003: ”aveva 16 anni e 145 giorni ed entró in campo dopo il via libera dell’allora allenatore, l’olandese Frank Rijkaard”.

”Si dicono tante cose senza sapere… s’inventa tanto, mangio quello di sempre, faccio le cose di sempre. E avevo iniziato la stagione con il mio peso ideale”, prosegue Messi, sottolineando che nella sua vita non ci saranno ”cambiamenti: e d’altronde, in questi anni mi e’ andata bene cosi’…”.

Circa cosa intende fare per riprendersi, e se verra’ qualche giorno a Buenos Aires in questo periodo, Messi sottolinea di voler ”dire la verita’: ”non so se andró in Argentina. Ce ne stiamo occupando. Il piano e’ quello di tornare a giocare quando i fisico sara’ ok”.

Messi non dimentica poi un commento finale in merito alla crescente preoccupazione dei tifosi argentini, che da una parte lo vedono fuori dal campo, a Buenos Aires e a Barcellona, mentre dall’altra i mondiali in Brasile sono ormai quasi dietro l’angolo.

”Non bisogna esagerare, anche se e’ positivo che la gente si preoccupi, e’ il modo di manifestare il loro apprezzamento: e’ infatti, conclude la Pulce, ho reso noto il mio ringraziamento tramite Facebook”.