Liverpool, piccolo tifoso dello United scrive a Klopp: “Basta vincere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Febbraio 2020 16:54 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2020 16:54
Liverpool, piccolo tifoso dello United scrive a Klopp: "Basta vincere"

Liverpool, Klopp ha risposto alla lettera del piccolo tifoso del Manchester United (foto Ansa)

LIVERPOOL (INGHILTERRA) – Un giovane e insoddisfatto tifoso del Manchester United ha scritto come compito in classe una lettera indirizzata a Jurgen KLOPP, chiedendogli di non vincere più. Il testo di questa lettera è riportato da ITALPRESS.

Piccolo tifoso del Manchester United scrive a Klopp: “Liverpool basta vincere, per le altre squadre è molto triste”.

“Il Liverpool sta vincendo troppe partite – ha scritto il bambino di dieci anni – Se vinci altre nove partite, hai la migliore serie di gare imbattute nella storia del calcio inglese. Essere un tifoso dello United è molto triste. La prossima volta che il Liverpool gioca, per favore, falli perdere. Dovresti semplicemente lasciare segnare l’altra squadra. Spero di averti convinto a non vincere mai più il campionato o qualsiasi altra partita”.

La risposta di KLOPP non si è fatta attendere. Come riportato dalla Bbc, la madre del ragazzo è rimasta perplessa quando dall’ufficio postale le hanno detto di avere una raccomandata per suo figlio. Il mittente era Jurgen KLOPP, che ha risposto alle richieste del giovane tifoso dei “Red Devils” su carta intestata del Liverpool.

“Innanzitutto vorrei ringraziarti per avermi scritto, anche se non mi hai augurato buona fortuna o o cose simili, ma è sempre bello sentire qualcosa dai tifosi più giovani, quindi apprezzo che tu mi abbia contattato – si legge nella lettera di Klopp – Sfortunatamente, in questo caso non posso soddisfare la tua richiesta.

Per quanto tu voglia che il Liverpool perda, il mio compito è fare tutto il possibile per aiutarlo a vincere, perché ci sono milioni di persone in tutto il mondo che vogliono che ciò accada, quindi non voglio deluderli. Fortunatamente per te, abbiamo perso partite in passato e perderemo partite in futuro perché è il calcio.

Il problema è che quando hai 10 anni pensi che le cose rimangano per sempre come sono, ma se c’è una cosa che posso dirti a 52 anni è che sicuramente non è così. Posso tranquillamente dire che una cosa che non cambierà è la tua passione per il calcio e per il tuo club.

Il Manchester United è  fortunato ad averti. Se saremo fortunati vinceremo altre gare a magari dei trofei. Spero non ti faccia arrabbiare, perché anche se i nostri club sono grandi rivali, condividono un grande rispetto reciproco. Per me, il calcio è  questo”.

Il padre del ragazzo ha sottolineato: “Bisogna rispettare Klopp per quello che ha fatto. Ciò che amo della lettera è che parla anche di sportività e rispetto e penso che dire queste cose a un bambino di 10 anni sia fantastico”.

“E’ stato bello rispondere a quella lettera. Avevamo tempo quel giorno, quindi ho letto la lettera e ho risposto”. Jurgen Klopp torna cosi’ sull’argomento del giorno, la sua risposta alla lettera di un giovane tifoso del Manchester United che gli chiedeva di non vincere più.

L’allenatore del Liverpool ha ricambiato con un’altra lettera in cui spiegava al bambino il perché lui non poteva accogliere le sue richieste, sottolineando la bellezza del calcio, che sta anche nella sana rivalità tra club rivali:

“E’ stato sfacciato – ha detto scherzando Klopp -. Non ho problemi con i tifosi di altre squadre. E’ un mondo libero, quindi possiamo scegliere quale tifare, non credo che tutti debbano essere sostenitori del Liverpool. Mi piace lavorare per il Liverpool e mi piace il tipo di rivalita’ che abbiamo con gli altri. Ma adoro ancora di piu’ se riusciamo a mantenerla sul campo, al di la’ di chi la spunta”.

L’atmosfera gioviale e’ stata disturbata dalla notizia dell’infortunio di Jordan Henderson. Il centrocampista inglese stara’ fuori all’incirca tre settimane per un infortunio al tendine del ginocchio rimediato durante l’andata degli ottavi di Champions, gara persa 1-0 al Wanda Metropolitano di Madrid contro l’Atletico. 

“Sarebbe potuta andare peggio, si tratta pur sempre di un tendine del ginocchio – ammette Klopp – Ce ne sono state di diverse in Premier League, Harry Kane ad esempio. Ma in questo caso non e’ andata poi cosi’ male, ne avra’ per circa tre settimane, il che non e’ bello, ma rimaniamo fortunati”.

Il tecnico dei Reds e’ poi tornato sul ko contro la squadra del “Cholo” Simeone: “e’ qualcosa che va di molto oltre i tre punti, come passare dall’alba alla pioggia piu’ dura, ed e’ cosi’ che ci si dovrebbe sentire.

Se vuoi davvero avere successo, devi sentirti molto male ed e’ cosi’ che ci siamo sentiti. Quindi vogliamo sentirci meglio anche se si tratta di una competizione diversa”. In Premier i Reds continueranno la loro corsa verso il titolo ospitando nel “Monday night” il West Ham ad Anfield. (ITALPRESS).