Livorno/ Niente deroga per Ruotolo, non può allenare in serie A. Al momento, la squadra toscana è senza allenatore, e il ritorno di Lucarelli ancora non è ufficiale

Pubblicato il 9 Luglio 2009 19:53 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2009 19:59

Il Livorno sarà costretto a cercare un nuovo allenatore per il prossimo campionato di serie A. La decisione del Comitato Esecutivo del Settore Tecnico della Federcalcio è una tegola per la società amaranto.«Dopo un’attenta analisi – fanno sapere dal Comitato tramite il sito ufficiale – visto il regolamento del Settore Tecnico e rilevata la mancanza dei presupposti per la concessione della richiesta deroga al signor Gennaro Ruotolo, è stato deliberato all’unanimità di non concedere la possibilità di allenare il Livorno».

Il presidente amaranto Spinelli ha commentato: «Credo che Gennaro meritasse una deroga, ora farà il secondo. Per sostituirlo ho in mente Iaconi o Manicone. I nomi sono tanti ma siamo stati presi alla sprovvista». Ruotolo possiede solo il patentino di seconda categoria e non può allenare in Serie A. Continua Spinelli: «Io credo che lui si sia iscritto al super corso, ha 700 partite tra serie A e B, ha vinto un campionato, è stato in Nazionale con Azeglio Vicini, anche se poco, frequenta il super corso insieme a Leonardo ad altri. Penso che meritasse una deroga. Nel frattempo continuerà a fare il super corso che inizierà a settembre. Ora, però, ci troviamo a cercare un allenatore e Ruotolo passerà a fare il secondo».

Sul fronte degli acquisti e delle cessioni, il Livorno vede tornare tra le proprie fila in prestito dal Milan il difensore centrale brasiliano Marcus Diniz, insegue Pratali del Torino, Moro e Vannucchi dell’Empoli e Cribari della Lazio.

Lucarelli ancora non si sa se giocherà nuovamente nel Livorno: tra i toscani e il Parma manca l’accordo sull’ingaggio del giocatore. Fa discutere intanto una frase pronunciata da Spinelli, detta in realtà con un bel sorriso sulla faccia: «Difficile che Lucarelli torni, abbiamo già bisticciato».