Londra 2012, Russo: “Sono deluso volevo l’oro”

Pubblicato il 12 agosto 2012 10:29 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2012 10:29

LONDRA, INGHILTERRA  –   “E’ chiaro che  la delusione è tanta però sono felice per dove sono arrivato. Il mio avversario ha preparato l’olimpiade in quattro anni, io in tre mesi”.

Così Clemente Russo commenta la sconfitta nella finale dei pesi massimi ai Giochi di Londra contro l’ucraino Oleksandr Usyk. “La testa – aggiunge – voleva vincere però ho trent’anni e vedevo che i miei colpi non erano incisivi. Mancavo di esplosività e lui mi ha preso sul ritmo”.

“Dedico – continua – questa medaglia a mia figlia Rosy, che ha un anno. Le avevo promesso l’oro, si dovrà accontentare dell’argento”. Ai cronisti che gli chiedono se si presenterà alle Olimpiadi di Rio, risponde con un sorriso: “Certo, le farò e le vincerò”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other