Lorenzo Buffon: “Trovai Claudia Mori con Francisco Lojacono in camera…”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 18 Dicembre 2019 17:22 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2019 17:22
Lorenzo Buffon: "Trovai Claudia Mori con Francisco Lojacono in camera..."

Lorenzo Buffon in un fermo immagine tv (foto dai social)

MILANO – Bomba di gossip sganciata dall’ex portiere Lorenzo Buffon nel corso di una intervista rilasciata a Massimo M. Veronese per ”il Giornale”. Quando vestiva la maglia della Nazionale Italiana, Buffon era stato incaricato dal commissario tecnico di “sorvegliare” i compagni di squadra. Durante un ritiro prima di una partita, Buffon sorprese il compagno di squadra Francisco Lojacono a letto con l’attrice e cantante Claudia Mori ma fece finta di niente non facendo la spia al ct della Nazionale.

Sempre nel corso della stessa intervista a Massimo M. Veronese per ”il Giornale’, Buffon ha svelato anche un curioso retroscena di mercato: “Un altro Buffon al Milan dopo di me? A dire la verità non c’ è stato perché il Milan non ha voluto. Da osservatore del Milan portai Gigi a fare un provino. Aveva 13 anni. Lo bocciarono e furono anche un po’ maleducati. Peccato. Chissà che Milan con un altro Buffon in porta”.

Chi è Lorenzo Buffon. Lorenzo Buffon è un ex calciatore ed ex allenatore di calcio italiano, di ruolo portiere. Vincitore di cinque campionati di Serie A, quattro con il Milan e uno con l’Inter, è considerato uno dei migliori portieri nella storia del calcio italiano.

Chi è Francisco Lojacono. Francisco Lojacono, nato Francisco Ramón Loiácono, è stato un allenatore di calcio e calciatore argentino naturalizzato italiano. Ha vinto una Coppa delle Fiere con la Roma e ha segnato ben 5 gol in appena 8 presenze con la maglia della Nazionale Italiana di calcio. 

Chi è Claudia Mori. Claudia Mori, pseudonimo di Claudia Moroni, è un’attrice, cantante, produttrice discografica e produttrice televisiva italiana, moglie di Adriano Celentano e madre di Rosita, Giacomo e Rosalinda Celentano. Dal 1991 è amministratice delegata dell’etichetta discografica Clan Celentano (fonte articolo Massimo M. Veronese per ”il Giornale”).